Nelle ultime notizie di calciomercato della Juventus c'è sempre la trattativa che dovrebbe portare in bianconero Romelu Lukaku e Paulo Dybala sulla via di Manchester. Per il centravanti belga dello United, che sembra molto vicino all'approdo al Torino, bisogna attendere che la Joya dia la sua risposta definitiva ai Red Devils, ma nelle ultime ore i dirigenti bianconeri hanno avuto modo di trovare l'accordo con il possente centravanti ex Everton sulla base di circa 9 milioni di euro netti a stagione. A riportare la notizia è Goal.com. Un investimento importante che conferma il potere d'acquisito dei campioni d'Italia e di come Lukaku non si tratti solo di un'operazione di disturbo nei confronti dell'Inter ma di un obiettivo vero e proprio nella campagna di rafforzamento dei campioni d'Italia. Dopo aver trovato anche questo accordo, per far sì che tutti i pezzi del puzzle vadano al loro posto, manca soltanto l'ok dell'attuale numero 10 bianconero al trasferimento in Inghilterra.

Per Dybala né allenamento né visite mediche

L'attaccante argentino nelle scorse ore è tornato in Italia per cercare di mettere in chiaro la sua situazione e per Dybala non c'è in programma nessuna visita domani mattina al J-Medical né tantomeno un allenamento alla Continassa. Nonostante il rientro anticipato dalle vacanze, dunque, la sensazione è che il rapporto tra la Joya e la Juventus sia giunto agli sgoccioli. Per spostarsi in Premier League il numero 10 bianconero vorrebbe uno stipendio più corposo rispetto agli attuali 7.5 milioni netti percepiti sotto la Mole e nelle prossime ore capiremo meglio se questa richiesta sarà accettata dal club di Old Trafford.

Sono davvero ore importanti per il mercato della squadra campione d'Italia e il responsabile dell'area sportiva, Fabio Paratici, è rientrato a Torino dall'ennesimo blitz londinese proprio per parlare con il calciatore ex Palermo. C'è grande attesa su entrambi i fronti per capire come andrà a finire: il Manchester United è impegnato a convincere Dybala mentre la Juventus attende Lukaku a braccia aperte.