Via Modric, dentro Rakitic: per l'Inter i protagonisti dell'ultimo mondiale russo sono sempre sulla cresta dell'onda. Così, i vice campioni croati restano in cima alle idee del nuovo progetto tecnico capitanato dal neo ad Beppe Marotta. Ivan Rakitic è l'ultimo identikit seguito e le prime voci che arrivano dalla Spagna confermerebbero la volontà anche del centrocampista di cambiare aria, squadra e campionato.

Dopotutto in Catalogna avrebbero scelto altre strade chiudendo accordi che lascerebbero Rakitic ai margini dalla prossima stagione. Nel suo stesso ruolo il club catalano ha ormai chiuso in modo ufficiale per gli arrivi di Frenkie De Jong e Adrien Rabiot che arriverà a parametro zero in estate anche se non è stato ancora ufficializzata la trattativa. All'Inter, invece, un giocatore dalle qualità di Rakitic potrebbe permettere il salto di qualità in mediana.

Quanto costa Rakitic

Nelle trattative con i top club il problema è sempre lo stesso: il valore dato al giocatore. C'è una clausola rescissoria da 125 milioni di euro, che però potrebbe svanire con un colpo di spugna tra le società per un giocatore che in estate avrà 31 anni e che vorrebbe lasciare anche la squadra. Sicuramente c'è una soglia da 30 milioni,  sotto la quale il Barcellona comunque non scenderà. Poi, il discorso attorno all'ingaggio, alto, visto che in Liga guadagna al momento poco più 5 milioni di euro.

La concorrenza: il Chelsea di Sarri

In Spagna però sono sicuri che l'idillio con il Barcellona è finito: Rakitic avrebbe chiesto alla presidenza azulgrana di essere lasciato libero in estate, per potersi accasare altrove. L'Inter resta una pista plausibile ma c'è anche la Premier League. In Inghilterra si sono mossi i Blues di Londra che potrebbero inserirsi nella trattativa anche in base ai risultati che Maurizio Sarri raggiungerà con il Chelsea.