Mentre arrivano schiarite sul fronte Lukaku e l'Inter che può finalmente abbracciare l'attaccante belga che sta inseguendo da inizio estate, c'è anche fermento sul fronte Roma dove piace e interessa Edin Dzeko. Dopo le chiacchiere dei giorni scorsi con i giallorossi sul prezzo del cartellino e il faccia a faccia con l'entourage del bosniaco l'Inter è più vicina a chiudere la trattativa. C'è stato un nuovo incontro nella sede del club nerazzurro tra l'agente di Dzeko e l'Inter che sono d'accordo su tutto. Il problema è la Roma che è intenzionata ad alzare la richiesta iniziale di 20 milioni di euro e ha convocato il bosniaco per l'amichevole contro l'Athletic Bilbao.

Perché la Roma insiste a tenere Dzeko: i dettagli

Silvano Martina e Beppe Marotta hanno deciso il trasferimento da tempo, ma l'ostacolo è la società capitolina che non trova adeguati sostituti e quindi ha preso tempo con il ds Petrachi che ha anche provato ad alzare la posta in gioco. L'Inter non si è scoraggiata e ha continuato a mantenere un profilo basso ma mantenendo i contatti col giocatore. Adesso però, il tempo stringe e bisogna concludere. La Roma chiede 20 milioni e nessuno sconto, l'Inter si è spinta fino a 15, a metà strada ci dovrebbe essere l'intesa, anche se al momento i giallorossi hanno rifiutato tutte le soluzioni proposte dai nerazzurri per colmare il gap (contropartite di giovani e rinunciare alla percentuale su Zaniolo)

Dzeko convocato: ultima partita in giallorosso?

Tra i due club c'è ancora distanza economica e per far capire chi tiene le fila del discorso, la Roma ha deciso di convocare a Perugia Dzeko  che sarà presente per la sfida contro l’Athletic Bilbao di questa sera. Ennesima dimostrazione di come Fonseca lo consideri a tutti gli effetti un giocatore della sua rosa, nonostante ile sirene nerazzurre del calciomercato. Una convocazione decisiva, vista anche la contemporanea assenza di Schick, lasciato a riposo per un affaticamento muscolare. Quella di mercoledì sera però potrebbe essere l'ultima partita in gialorosso di Dzeko.