Il sogno di mercato dell'Inter rimane principalmente Arturo Vidal. Il centrocampista cileno, che avrebbe già trovato un'intesa con il club nerazzurro e che tornerebbe volentieri a lavorare con Antonio Conte, è però un giocatore che il Barcellona non vuole cedere a cuor leggero. A poche ore dal contatto tra l'agente Fernando Felicevich e il direttore sportivo Ausilio, l'amministratore delegato Beppe Marotta ha voluto per fare il punto sulla trattativa per l'ex Juventus.

"In questo momento le voci sono tante, si potrebbero fare diversi nomi – ha spiegato Marotta, a margine di un evento che si è svolto stamane in Lega Calcio – Sicuramente siamo operativi, lavoriamo costantemente. A livello generale, quello che non succede mattina, succederà stasera. È giusto fare qualcosa perché per l'Inter questo è un momento importante. Vidal? È uno degli obiettivi. Le cose più importanti a gennaio si concludono alla fine. Per migliorare la nostra rosa servirà centrare obiettivi importanti che, in quanto tali, ci faranno incontrare delle difficoltà".

La resa dei conti

Nonostante le parole di Valverde ("È con noi e conto su di lui") e il pressing dei compagni che gli hanno chiesto di rimanere in Spagna, Arturo Vidal avrebbe ormai preso la sua decisione: ovvero quella di tornare in Italia e vestire la maglia dell'Inter. Al ritorno dall'Arabia Saudita, dove sarà impegnato per la semifinale di Supercoppa di Spagna contro l'Atletico Madrid, il cileno tornerà dunque alla carica con il presidente Bartomeu per ottenere l'ok al trasferimento.

Per il giocatore di Valverde, sotto contratto con il Barcellona fino al 2022 e valutato dal club catalano 15 milioni di euro, l'Inter avrebbe già presentato una bozza di offerta che prevede un prestito anche oneroso (massimo 2 milioni) con diritto di riscatto. I catalani preferirebbero invece l'obbligo di riscatto.