Il sogno di Palermo e di tutta la Sicilia rosanero si chiama Serie A. Non lo ha mai nascosto Maurizio Zamparini, ormai ex proprietario del club che aveva cominciato questa seconda stagione consecutiva dopo l’ultima retrocessione, con la ferma convinzione di voler dominare il campionato cadetto. Falletti, la conferma di Nestorovski e Rispoli, sono stati gli indizi che hanno portato alla conferma che i rosanero sono pronti al ritorno tra i grandi d’Italia. Il passaggio del testimone alla società inglese Sport Capital Investments Ltd, capitanata da Clive Richardson, divenuto nuovo presidente, sta cominciando a muoversi in maniera netta anche sul mercato. Il nuovo sul piatto è quello di Billy Sharp, attaccante dello Sheffield pronto a sbarcare in Italia già a gennaio. Ma chi è davvero? E cosa potrà dare a questo Palermo per il grande salto in Serie A? Per lui anche il record di 220 gol nel campionato inglese nel 21esimo secolo.

Un colpo fiutato con grande convinzione

La notizia del clamoroso colpo possibile dei rosanero ha fatto impazzire la città. Il club sarebbe dunque intenzionato a puntare su Billy Sharp, attaccante dello Sheffield United in Championship, che compirà 33 anni il prossimo 5 febbraio. Ha già realizzato ben 16 reti nell'attuale campionato e quasi 200 in carriera, Sharp è soprannominato “The fox in the box” (“La volpe nell'area di rigore”) proprio per il suo notevole fiuto del goal che ne ha caratterizzato grossa parte della carriera.

💥💥 ‪R E C O R D B R E A K E R • • ‬‪#SUFC‬

A post shared by Sheffield United FC (@sufc_official) on

Questa operazione però rimanda indietro nel tempo e ricorda molto quella avvenuta nel 2013 per portare, proprio a Palermo, Kyle Lafferty: il nordirlandese che segnò 12 reti in quell'annata e che valsero il ritorno in Serie A, prima del ritorno al Sion da cui arrivò in prestito.

Un giramondo con il fiuto per il gol

Di Sharp ormai, non è solo nota la sua vena realizzativa, quanto anche al suo grande modo di sapersi sacrificare in mezzo al campo. Viene solitamente schierato come ala oppure come punta centrale. Nei primi anni di carriera fu considerato uno dei più promettenti bomber del Regno Unito prima di perdersi un po’ tra tanti trasferimenti in Inghilterra.

Reading, Rushden & Diamonds, Southampton, Leeds, Nottingham Forest, Scunthorpe United, Doncaster e Sheffield dove ha praticamente piantato le radici. Sono queste le squadre che hanno fatto parte della sua carriera calcistica e che l’hanno portato a mettere a segno 104 gol in Championship in 304 presenze. Un vero filantropo della categoria.

Il suo Sheffield

Ma il vero miracolo Sharp l’ha messo a segno con lo Sheffield, ovvero la squadra che tutt’ora detiene il suo cartellino. Una vera famiglia per lui che è stato accolto dal club inglese prima nel 2004/2005 dove però gioco solo 2 gare, prima di tornarci da protagonista dal 2007/2008 al 2010 dopo aver realizzato 30 gol in League One con lo Scunthorpe United.

I suoi ultimi anni allo Sheffield (Transfermarkt)
in foto: I suoi ultimi anni allo Sheffield (Transfermarkt)

Un lungo girovagare in Inghilterra prima del grande ritorno nella stagione 2015/2016 in League One dove in 44 presenze realizzò ben 21 gol. Poi 30 in quella successiva e 13 in quella passata prima di adesso, dove ha già raggiunto lo stesso numero di reti messa a segno nella scorsa annata (13).

Il gol più importante della sua carriera

Sharp può essere utile a Stellone poiché può giocare sia come ala che come punta centrale. È stato il gol più importante della mia carriera”. Così Billy Sharp, allora calciatore del Doncaster Rovers, squadra della seconda divisione inglese, ricorderà per sempre una delle sue reti più belle. Era il 2011 e tornò sul campo tre giorni dopo la morte del figlio appena nato. E gli ha dedicato la rete contro il Middlesbrough.

Non appena ha segnato, si è alzato la maglietta per mostrare la scritta: “Questo è per te figliolo”. E l'arbitro ha deciso di non applicare il regolamento e non lo ha ammonito. Un gesto che ha commosso il mondo intero e che ha messo in evidenza l’animo gentile e onesto di un bomber, un attaccante, che non ha voluto nascondersi dal profondo dolore che l’ha colpito esternando tutta la sua emozione commovendo l’intero stadio.

Il valore aggiunto per una squadra che è già da Serie A

Oggi Sharp sembra essere davvero pronto a questa nuova esperienza in Italia che potrebbe rappresentare anche un capitolo nuovo della sua vita. L’attaccante in carriera è stato 3 volte capocannoniere della League One ed ha messo a segno ben 89 gol in 219 presenze con la maglia dello Sheffield United.

Le sue caratteristiche inoltre, sono simili a quelle di Nestorovski, attaccante titolare dei rosanero e imprescindibile nello scacchiere tattico di Stellone. Sharp potrebbe così agire da vice del centravanti macedone e contribuire, con reti pesanti, alla promozione del Palermo in Serie A.