Con una salvezza ancora tutta da conquistare, l'Empoli del presidente Fabrizio Corsi è alle prese con il "caso" Ismael Bennacer. Il 21enne francese di origine marocchine, è infatti uno degli ultimi gioielli portato in Italia dal club toscano: un giocatore che ora fa gola a molte grandi del nostro campionato. Sulle possibili trattative per il centrocampista, ha fatto chiarezza proprio il patron dell'Empoli in un'intervista rilasciata a Radio Crc.

"E' un giocatore forte, ma le valutazioni si fanno col tempo – ha spiegato Corsi – E' un '97 che appare già formato, nonostante abbia prospettive davvero importanti. Sta avendo un grande percorso di crescita, lasciamolo lavorare in pace. Siamo poi una società sana, quindi non c'è bisogno di vendere per forza". Sulle tracce del giocatore svezzato dalle giovanili dell'Arsenal, c'è da tempo anche il Napoli di Carlo Ancelotti: "Gli azzurri sono interessati, ma è ancora tutto da vedere – ha aggiunto il presidente – Potrebbe anche finire alla Roma. De Rossi ci ha chiesto: ‘Ma dove l'avete preso un ragazzo forte così?'. E poi c'è anche l'Inter, che nello staff hanno tante persone che hanno lavorato per me".

Gli altri gioielli dell'Empoli

"Con la Juventus ce la siamo giocati alla grande, non è uno scandalo perdere contro di loro. Ci consola aver messo in mostra giovani importanti – ha aggiunto il numero uno dell'Empoli. – Di Lorenzo per me è un calciatore di questo tipo, così come Bennacer, Krunic e Traoré. Quest'ultimo se la gioca con chiunque, facendo impallidire anche Matuidi. La Fiorentina? Traoré ha avuto l'idoneità sportiva, ma vogliono approfondire la cosa a giugno. C'è un eccesso di scrupolo, ma si farà. Krunic, invece, è un calciatore importante, pecca di continuità a volte, ma è un atleta completo, con grande tecnica. La sfida col Napoli? Non sono preoccupato, è difficile ma possiamo comunque fare un figurone. La nostra speranza è quella di pescare un Napoli un po' stanco e svagato".