L’Atalanta è molto attiva sul mercato. Finora il club del presidente Percassi è stato impegnato più nelle cessioni. Il centrocampista Gagliardini è passato all’Inter, mentre il difensore Caldara è stato ceduto alla Juventus, con cui però giocherà dal 2018. Il portiere Sportiello invece è passato alla Fiorentina. Inoltre i dirigenti nerazzurri stanno anche respingendo delle importanti richieste per l’esterno Andrea Conti (obiettivo di Juventus e Milan) e per il ‘Papu’ Gomez (che piace molto al Milan). Gasperini dopo venti giornate è settimo in classifica e con la salvezza già blindata sogna la qualificazione europea e per continuare ad alti livelli ha bisogno di qualche rinforzo. Il primo innesto del mercato di gennaio dei bergamaschi potrebbe essere Bryan Cristante del Pescara. Cristante, nato in Friuli nel 1995, già all’inizio della prossima settimana potrebbe diventare un giocatore nerazzurro.

L’Atalanta sembra davvero nel destino di questo ragazzo che, Allegri lanciò giovanissimo al Milan nella stagione 2013-2014, proprio contro i nerazzurri realizzò il suo primo gol in Serie A (in una partita finita per 3-0). Poi il centrocampista si è un po’ perso e non è riuscito a ripetersi su buoni livelli. Il centrocampista infatti ha giocato molto poco con il Benfica, ancora proprietario del suo cartellino, con cui ha vinto due trofei. Nel mercato invernale del 2016 passa al Palermo cercando il riscatto, ma anche a causa di un numero impressionante di cambi d’allenatore gioca appena quattro partite. La scorsa estate Cristante passa al Pescara, Oddo gli dà tanta fiducia e gli fa giocare quindici partite. Adesso Bryan con il maestro Gasperini può provare a ritornare sui livelli d’inizio carriera e magari giocando con tanti compagni dell’Under 21 potrebbe avere una chance in più per giocare l’Europeo di categoria.