Le strade dell’Atalanta e di Emiliano Rigoni stanno per separarsi. Che l’argentino non rientrasse più nei piani  di Gasperini era chiaro da un pezzo, ma il calciatore non si è ripresentato alla ripresa degli allenamenti e così si è consumata a tutti gli effetti la rottura. Il club nerazzurro cercherà di cederlo prima della ripresa del campionato.

Rigoni darà l’addio all’Atalanta

Emiliano Rigoni era stato preso in chiusura di mercato. L’argentino la sua avventura italiana l’aveva iniziata benissimo segnando una doppietta nell’esordio, all’Olimpico con la Roma. Titolare nelle cinque partite seguenti, un gol al Milan, Rigoni pareva l’ennesimo grande colpo dei nerazzurri, ma con il passare del tempo ha perso sempre più spazio e dopo la brutta prova nel match di ‘Marassi’ con il Genoa (sostituto nella ripresa) non è stato più convocato, ha saltato Juventus e Sassuolo. La rottura è stata netta e Rigoni ha deciso di non ripresentarsi. Cederlo non sarà semplice, perché il giocatore è stato preso in prestito dallo Zenit e non può essere ceduto in prestito a un altro club europeo. Dunque o ritorno in Russia per Rigoni o futuro in Cina, MLS o Brasile, c’è un forte interesse del Gremio.

L’Atalanta si prepara per la sfida di Coppa Italia

L’Atalanta si è ritrovata nella giornata di lunedì e ha iniziato così il 2019. Gasperini non ha ovviamente a disposizione l’argentino Rigoni e non dispone nemmeno di Adnan, impegnato con l’Iraq in Coppa d’Asia, del giovane Varnier, che a luglio si è rotto il crociato, e di De Roon, l’olandese è alle prese con un problema alla caviglia. Valzania invece oggi ha salutato perché ha firmato con il Frosinone, che lo prende in prestito secco fino a giugno. Lunedì 14 gennaio l’Atalanta inizierà l’anno nuovo sfidando il Cagliari in Coppa Italia, manifestazione a cui i nerazzurri tengono particolarmente, lo scorso anno giunsero fino alle semifinali.

❤️ mi amor ❤️

A post shared by Emi Rigoni (@emirigoniok) on