2 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Daniel Correa Freitas, ucciso ed evirato: arrestato il colpevole. La confessione

Il caso di Daniel Correa Freitas trovato morto in un bosco con i genitali recisi, è arrivato ad una svolta. Arrestato Edson Brittes Junior, un 38enne che avrebbe confessato di aver trucidato il giocatore 24enne. L’assassino ha anche spiegato i motivi che lo hanno portato al folle gesto, ovvero un presunto tentativo di stupro ai danni della moglie (arrestata anch’essa), che avrebbe scatenato la sua follia omicida.
A cura di Marco Beltrami
2 CONDIVISIONI

Il caso di Daniel Correa Freitas, il calciatore brasiliano trovato morto in un bosco con i genitali recisi, è arrivato ad una svolta. La Policia Civil di São José dos Pinhais ha infatti arrestato un uomo: si tratta di Edson Brittes Junior, un 38enne che avrebbe confessato di aver trucidato il giocatore 24enne. L'assassino ha anche spiegato i motivi che lo hanno portato al folle gesto, ovvero un presunto tentativo di stupro ai danni della moglie (arrestata anch'essa), che avrebbe scatenato la sua follia omicida.

Immagine

Calciatore brasiliano sgozzato ed evirato, fermato il colpevole

Per l'omicidio di Daniel Correa Freitas è stato dunque arrestato Edson Brittes Junior, un imprenditore 38enne. Quest'ultimo avrebbe confessato tutto, dopo che nella mattina di oggi, sulla vicenda che aveva sconvolto il Brasile del calcio, erano emersi nuovi particolari. Il corpo senza vita del centrocampista era stato trovato in un bosco con gravi tagli su tutto il corpo, e con i genitali recisi. Una testimone oculare poi ha raccontato agli agenti di polizia quanto accaduto, con Freitas ucciso per motivi passionali: recatosi in un appartamento con una donna, dopo una festa con i compagni di squadra, il centrocampista, è stato aggredito da 4 uomini che dopo averlo picchiato, con un machete lo hanno sgozzato ed evitato. Il tutto prima di portare il suo corpo nel boschetto dove è stato poi ritrovato.

Il motivo dell'omicidio del calciatore brasiliano

La testimone ha fatto anche i nomi delle persone coinvolte nel brutale omicidio, con gli inquirenti che in serata sono arrivati alla svolta. E' stato infatti fermato Edson Brittes Junior che avrebbe confessato l'omicidio, spiegandone anche i dettagli. Nel suo racconto la follia dell'aggressione legata a suo dire, ad un eccesso di rabbia, dopo aver assistito ad un presunto tentativo di stupro ai danni della moglie, anch'essa finita in manette.

Il racconto dell'omicidio, la difesa del colpevole

La stampa brasiliana, e in particolare Radio Globo ha riportato anche le parole dell'avvocato difensore dell'arrestato, che ha spiegato la sua versione dei fatti: "Si tratta di un padre di famiglia vistosi costretto ad agire per difendere la propria famiglia. Quando ha fatto irruzione nell’appartamento in cui si trovava Freitas, è stato sopraffatto dall’ira nel vedere il giocatore che cercava di praticare violenza sulla moglie". Queste le presunte parole di Brittes che ha rivelato di aver letteralmente perso la testa: "Quando ho visto mia moglie in difficoltà non ci ho più visto e ho agito senza pensare. I miei amici hanno cercato di fermarmi, ma non c’è stato nulla da fare. In quel momento niente e nessuno avrebbe potuto fermarmi".

2 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views