Esultare o non esultare? Questo è il dilemma. Sempre più spesso si vedono calciatori che non festeggiano i loro goal contro le vecchie squadre per rispetto dei vecchi tifosi ma a volte si incappa in alcuni errori: Ante Rebic, attaccante dell'Eintracht Francoforte e vice campione del mondo con l Croazia ai Mondiali di Russia 2018, si è reso protagonista di un curioso malinteso in occasione della giornata di Bundesliga dello scorso 26 gennaio 2019 contro il Werner Brema. La gara è divertente e il risultato finale è di 2-2 ma c'è un episodio che colpisce tutti: in occasione del goal momentaneo dell'1-1 realizzato proprio da Rebic il croato non ha esultato perché secondo quanto affermato dal quotidiano tedesco Bild, che riporta la versione fornita dall'ufficio stampa dell'Eintracht, il numero 4 era convintissimo di giocare contro il Lipsia, squadra in cui ha militato nella stagione 2014/2015. La gara contro i suoi vecchi compagni sarà sabato 9 febbraio ma sarebbe davvero curioso capire da cosa sia nato l’errore che ha messo in crisi l'attaccante dell'Eintracht.

Viola, Lipsia e Eintracht: il percorso di Ante Rebic

Rebic a Lipsia ci è passato ma non ha lasciato il segno: è arrivato al Lipsia nell’estate del 2014, dopo una stagione piuttosto sottotono con la Fiorentina, ed era arrivato in prestito in Germania per riprendere il suo percorso di crescita. A fine anno le presenze collezionate sono state solo 11 per  colpa dell’ennesimo infortunio della sua carriera e per i contrasti con l’allenatore Achim Beierlorze. Il rientro in Italia non gli ha fatto bene perché le parentesi negative, ancora in viola agli ordini di Paolo Sousa e poi all'Hellas Verona, lo hanno riportato in Bundesliga e le ottime annate con l’Eintracht Francoforte gli sono false la convocazione per la Coppa del Mondo 2018 in Russia. L'attaccante classe 1993 quest'anno ha segnato 7 goal in 19 partite, con la sua squadra protagonista di un buon percorso in Europa League e in Bundesliga: oggi, ad esempio, Rebic & co. hanno pareggiato per 1-1 in casa con la capolista Borussia Dortmund. Il Lipsia è quarto a +5 e la partita del 9 febbraio potrebbe essere decisiva in ottica Champions League. In caso di goal questa volta esulterà? Di certo guarderemo tutti con curiosità la gara della Red Bull Arena, il resto si vedrà.