Il Brescia ha disputato un campionato trionfale e con pieno merito ha conquistato la promozione in Serie A, in cui tornerà a giocare dopo otto stagioni. Una rivincita autentica per il presidente Massimo Cellino, un grande risultato per il tecnico Corini, subentrato dopo tre giornate a Suazo che ha plasmato una squadra davvero forte, con un paio di grandi individualità, su tutti il bomber Donnarumma e il baby fenomeno Tonali. E adesso mentre si festeggia la promozione c’è già chi sogna Mario Balotelli.

Cellino e Corini gli artefici dei successi del Brescia

Ritornato in Inghilterra dopo l’esperienza del Leeds, Cellino ha impiegato appena due stagioni per conquistare la promozione, e non era certo facile considerati gli ultimi anni della società lombarda. L’ex presidente del Cagliari è stato bravo a capire che Suazo fosse un azzardo e ha deciso di sostituirlo con Corini, nato a pochi chilometri da Brescia e che con questa squadra ha iniziato la sua lunga carriera da calciatore. La conferma del tecnico ancora non c’è, ma l’accordo sembra a un passo.

Il mercato del Brescia tra Tonali e Balotelli

Sandro Tonali è un ragazzo del 2000 che Mancini ha già convocato più volte in nazionale, l’etichetta del nuovo Pirlo gli è stata già appiccicata, tante big italiane e europee hanno messo gli occhi su di lui e sono pronte all’assalto. Il Brescia spera di tenerlo anche nel prossimo campionato, un anno di esperienza in Serie A farebbe comodo a Tonali, in attesa di spiccare il volo. Donnarumma, capocannoniere del campionato, non si muove. Lo scorso anno lasciò l’Empoli dopo la promozione, adesso ha, giustamente, voglia di giocare in Serie A. Il suo partner offensivo potrebbe essere Mario Balotelli, bresciano doc, che a fine stagione dovrebbe lasciare il Marsiglia e ha molta voglia di ritornare in Italia.