Inutile nascondersi, inutile girarci intorno, quando si affrontano Brasile e Argentina il mondo calcistico si ferma a guardare e lo stesso accadrà stanotte. Quando due delle scuole calcistiche più importanti al mondo si ritrovano di fronte c'è sempre grande curiosità e questo interesse diventa maggiore se si tratta di una gara da dentro o fuori come quella dell'Estádio Governador Magalhães Pinto, più conosciuto come Mineirão, di Belo Horizonte. La Seleçao e l'Albiceleste si affronteranno nella semifinale della Copa America 2019 per decretare la prima finalista della competizione continentale e l'attesa sale mano mano che il calcio d'inizio si avvicina. Sono ben tre edizioni del massimo torneo per squadre nazionali dell'America Latina che i due colossi non si incrociano e l'ultima volta fu il 15 luglio 2007 a Maracaibo. Era la finale della prima Copa America che si disputava in Venezuela e all'Estadio José Pachencho si ritrovarono di fronte il Brasile di Carlos Dunga e l'Argentina di Alfio Basile.

Riecco Brasile-Argentina in Copa America, 12 anni dopo Maracaibo

Gli argentini avevano tutti i favori del pronostico perché erano imbattuti nel torneo e vantavano calciatori del calibro di Veron, Messi, Aimar, Riquelme e Tevez mentre la Seleçao si era presentata in Venezuela con una squadra sperimentale dopo l'esclusione ai quarti del Mondiale 2006 e aveva mostrato qualche lacuna nel percorso fino all'ultimo atto. Il campo ribaltò tutto e al 3′ Julio Baptista scaraventò alle spalle di Abbondanzieri un destro imprendibile. Fu l'inizio della fine per la Seleccìon, che vide infrangersi sui legni e su Doni i tentativi di rimonta.

Un'autorete di Ayala e un goal di Dani Alves regalarono ai verdeoro l'ottava e ultima affermazione in Copa America, la seconda consecutiva conquistata contro i rivali di sempre dopo quella in Perù nel 2004. Robinho, vecchia conoscenza della nostra Serie A, venne nominato miglior giocatore del torneo e portò a casa anche il titolo di capocannoniere con 6 reti.

Gli unici superstiti di quella sfida: Dani Alves e Messi

Di quella sfida gli unici due superstiti sono Dani Alves e Lionel Messi. Entrambi portano la fascia da capitano al braccio e sono gli uomini con più vincenti e con più esperienza delle loro selezioni: dopo le tante battaglie vinte insieme con la maglia del Barcellona il terzino di Juazeiro e la Pulce di Rosario si troveranno di fronte nel match che può valere l'accesso alla finale della Copa America 2019. Dopo 12 anni chi conquisterà la gloria e chi dovrà soccombere davanti al rivale? Al Mineirão l'ardua sentenza.