Il Bologna, molto attivo in queste prime settimane di calciomercato, ha chiuso il colpo Andreas Skov Olsen con il Nordsjaelland. Il giovane centravanti dell'Under 21 danese è arrivato anche in Italia per le visite mediche di rito, prima di apporre la firma sul contratto con il club emiliano. Firma che però, stranamente, non è ancora arrivata. Il motivo? I dubbi del classe 1999 che non sarebbe più convinto al 100% di voler lasciare la Danimarca, per approdare in Serie A.

https://www.instagram.com/p/Bb9boN4nBxi/
in foto: https://www.instagram.com/p/Bb9boN4nBxi/

Bologna, i dettagli dell'operazione di mercato per Andreas Skov Olsen

Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato del nuovo colpo green del Bologna che ha trovato l'accordo totale con il Nordsjaelland per Andreas Skov Olsen. Operazione da circa 5 milioni di euro con possibile stipendio da 800mila euro per il ragazzo reduce da un ottimo Europeo Under 21 con la sua nazionale. Il classe 1999 ha dimostrato di avere margini di crescita importanti, capace di giocare sia come esterno offensivo su entrambi i lati, sia come primi punti, con una fisicità importante. Le sue visite mediche con il Bologna sono andate in scena lunedì 8 luglio, ma curiosamente l'ufficialità del suo acquisto non è mai arrivata.

Perché Andreas Skov Olsen non ha firmato con il Bologna

Perché Andreas Skov Olsen non ha firmato con il Bologna? A spiegare tutto ci ha pensato il padre del giovane attaccante ai microfoni di B.T., raccontando i dubbi del suo rampollo: "Se io avessi ricevuto un'offerta simile alla sua età, avrei accettato immediatamente. Ma Andreas è un ragazzo prudente. Comprendo molto bene le sue preoccupazioni. È una decisione importante, lui sta bene al Nordsjaelland. Molte persone gli stanno dando dei consigli su ciò che dovrebbe o non dovrebbe fare. Fortunatamente, è molto bravo a gestirsi. Ora deve ascoltare il proprio cuore e capire come si evolverà la situazione".

I dubbi di Andreas Skov Olsen sul futuro in Serie A

Il papà del ragazzo non ha perso tempo per volare in Italia e stare vicino al figlio in questo momento non semplice. Il Bologna ha concesso del tempo ad Andreas Olsen, per valutare la soluzione migliore per il suo futuro che potrebbe prendere anche una piega inaspettata a giudicare dalle parole del papà che ha evidenziato che non conta solo l'ambizione nella vita: "Andreas dovrebbe dare una risposta in questa finestra di calciomercato. Ora dobbiamo vedere come finirà. Nel complesso, i soldi non sono essenziali. A casa ha la sua piccola Peugeot 208 da guidare. È contento, e continuerà qui rimarrà contento. Per Andreas è importante che ci sia un progetto per lui e che possa giocare. A 19 anni non vuole solo avere un buono stipendio".