"Bentornato a casa, papà". È il messaggio scritto da Arianna Rapaccioni, moglie di Sinisa Mihajlovic, e dedicato al marito in occasione del suo ritorno a casa, nella Capitale. Dopo il lungo applauso e i cori d'incoraggiamento ricevuti al ‘Dall'Ara' in occasione della partita con la Spal (vinta dal Bologna in extremis grazie alla rete di Soriano), il tecnico serbo ha ricevuto l'abbraccio della famiglia che gli ha organizzato una festa a sorpresa. Palloncini colorati, qualche festone e foto che ritraggono l'allenatore in alcuni momenti circondato dagli affetti più cari hanno fatto da corredo accessorio al piccolo party condiviso sui social network dalla consorte. Un sabato speciale per Mihajlovic che mercoledì scorso era stato dimesso dall'ospedale Sant'Orsola di Bologna (dove ha effettuato il primo ciclo di cure per guarire dalla leucemia) e domenica aveva fatto il possibile per essere in panchina in concomitanza della prima gara di campionato con l'Hellas Verona.

La festa a sorpresa organizzata dalla famiglia a Roma

L'ex centrocampista di Lazio e Inter si trova a Roma per godersi qualche giorno di relax, approfittando anche dell'anticipo di Serie A che ha visto i rossoblù protagonisti nel derby. Maglietta bianca, pantaloncino corto, scarpe da ginnastica e in testa un cappellino: così appare Sinisa Mihajlovic nell'immagine postata dalla moglie (accanto a lui, sorridente, nell'immagine che ha ricevuto like e consensi da parte dei tifosi felsinei e di altre squadre). Oltre alla foto la signora Arianna ha pubblicato anche un video dei ‘festeggiamenti': un momento particolare e molto emozionante per l'allenatore che sta affrontando con coraggio e determinazione la malattia.

Il 13 luglio scorso l'annuncio della malattia

Il 13 luglio scorso è stato lui stesso, in conferenza stampa, ad annunciare quali erano le condizioni di salute e quale male lo avesse aggredito. Da allora, nonostante la terapia, Mihajlovic non ha mai perso contatto con la squadra seguendola nel corso degli allenamenti e in campo.