"Spero che il Milan abbia visto questa partita". Wissam Ben Yedder, protagonista della incredibile rimonta del Siviglia sul Liverpool, si lascia prendere dall'euforia e dedica al Milan questo messaggio speciale pubblicato su Twitter. Già, perché proprio i rossoneri? Perché l'attaccante francese degli andalusi, autore di una doppietta (con 8 gol in questa edizione è il miglior marcatore in Champions nella storia del club), osannato dal pubblico ha avuto questo pensiero per il club italiano?

Se avete visto la partita, allora non dovrebbe essere difficile capire il motivo. Se non l'avete vista allora passare da 0-3 a 3-3 è una ferita che ancora sanguina per i tifosi del ‘diavolo'. Ricordate cosa accadde nella notte di Istanbul del maggio 2005? Il Milan in vantaggio di 3 gol sui Reds subì una rimonta clamorosa e poi gettò alle ortiche la Champions. Quella delusione fu così cocente che Andrea Pirlo – mica un ragazzino qualunque – ci restò talmente male da non meditare l'addio.

Fu uno shock terribile, accadde tutto nel giro di 6 minuti. Un trauma. Una serie di colpi da ko. E il Milan finì al tappeto. GerrardSmicer Xabi Alonso riacciuffarono il risultato e conservano abbastanza sangue freddo da aggiudicarsi anche la lotteria dei rigori, il Trofeo più ambito sollevato in faccia a quel ‘povero diavolo' stordito, annichilito, incredulo, distrutto. Atene, giorno di gloria e di resurrezione, mitigò solo in parte quella sconfitta che adesso Ben Yedder tira fuori dalle curve della memoria

Copione identico. Al 45′ il Sanchez Pizjuan è gelato dalle tre reti del Liverpool (doppietta Firmino e Mané) che gongola per la vittoria in pugno e con essa il primo posto del girone. I Reds cantano vittoria troppo presto e nel secondo tempo crollano di schianto. Wissam Ben Yedder si scatena, fa 2 gol e spinge il Siviglia fino al 3-3 finale di Pizarro al 93′. Chi di rimonta ferisce, di rimonta perisce.