Nelle ultime ore Andrea Belotti ha vissuto emozioni diametralmente opposte. Dalla tristezza per la sfida contro la Fiorentina priva dello sfortunato Davide Astori alla gioia per il gol, inutile alla luce della sconfitta contro i viola. Senza dimenticare la convocazione in Nazionale e il prossimo ritorno a Coverciano, dove solo pochi giorni fa anche il "Gallo" ha salutato per l'ultima volta l'ormai ex capitano della squadra toscana, nella camera ardente allestita per l'occasione nella palestra del Centro federale.

Belotti, fascia di capitano per Astori in Torino-Fiorentina

In occasione della sfida di campionato contro la Fiorentina, Belotti ha indossato una particolare fascia di capitano. Sulla stessa parole d'affetto e una foto di Davide Astori, ricordato così: "Ci tengo solo a dirti grazie per tutto quello che sei stato, per quello che sei e per quello che sarai per tutti noi!!! Ciao Asto…". Bellissime parole quelle del Gallo, che avrebbe tanto voluto affrontare da avversario in Torino-Fiorentina Astori, per l'ennesimo duello in campo. Ecco allora che il suo bel gol, contro la squadra viola, ha avuto un sapore sicuramente particolare per il centravanti.

Belotti e il ritorno a Coverciano senza Astori

Non sarà facile per Belotti tornare a Coverciano per rispondere alla convocazione in Nazionale del ct Di Biagio, a pochi giorni dalla scomparsa di Astori. Quell'Astori che il bomber ha salutato per l'ultima volta nel Centro sportivo federale dove è stata allestita la camera ardente dello sfortunato ex capitano viola: "Sicuramente sarà difficile il ritorno al centro tecnico perché la sua morte è una cosa che ha toccato tutti – riporta il Corriere dello Sport – Soprattutto sarà veramente difficile rientrare in quella palestra dove era stata allestita la sua camera ardente".

Perché Belotti ha fiducia in Di Biagio

Tristezza a parte, sarà comunque bello tornare in Nazionale per il giocatore del Torino che conosce bene Di Biagio. L'attaccante vuole riscattarsi, come tutto il gruppo dopo il flop della mancata qualificazione ai Mondiali: "E' sempre bello tornare in Nazionale, c'è grande voglia di rivincita dopo quello che è successo. Siamo di nuovo qui ed ognuno farà il massimo per questa maglia. Di Biagio? Io lo conosco perché ho fatto sia l'Under 20 che l'Under 21 con lui. Ho giocato per lui quattro anni, in quattro anni ho avuto moltissimi colloqui con lui e posso dire che è un grandissimo uomo e quindi penso che lo dimostrerà".

La crisi del Torino

E in azzurro Belotti spera di ritrovare anche la vittoria oltre al gol, anche per riscattarsi dopo un periodo non semplice con il Torino: "Il gol di oggi? Fa sempre piacere, avrei preferito vincere ma è andata male. Con il Torino stiamo passando un momento difficile dove non ci vengono facilmente le cose però dobbiamo cercare di rimanere uniti e compatti perché solo come squadra ne possiamo uscire".