Le ultimissime notizie circolate riguardo al futuro di Dries Mertens lasciano presupporre che la permanenza del folletto belga a Napoli difficilmente andrà oltre il 30 giugno 2020, data di scadenza del suo attuale contratto con il club partenopeo. Stando alle ultime indiscrezioni infatti l’attaccante classe ‘87 dovrebbe arrivare a scadenza del suo contratto senza alcun rinnovo per poi trasferirsi negli Stati Uniti per chiudere la carriera.

  • Secondo fonti molto attendibili la punta che ha appena raggiunto la leggenda Diego Armando Maradona per numero di gol segnati in Serie A con la maglia del Napoli sarebbe stato avvicinato negli ultimi giorni da uomini molto vicini a David Beckham, l’ex stella inglese che ha creato un nuovo club di Miami che proprio dal 2020 prenderà parte alla Major League Soccer.

Se a ciò si aggiunge anche che alla scadenza del contratto il belga ci arriverà con 33 primavere alle spalle, non è assolutamente da escludere che questo sia l’epilogo più giusto per quella che è stata una vera e proprio storia d’amore tra lui, la squadra e soprattutto la città che lo ha adottato fin da subito tanto da esser stato ribattezzato da tutti col nome, prettamente partenopeo, Ciro.

‘Ciro' Mertens: il belga-napoletano

Al Napoli dalla stagione 2013/2014, è entrato nel cuore della gente di Napoli che lo vede come un fratello o un figlio. Il carattere simpatico ed estroverso, il fatto di esser sempre pronto ad un sorriso lo ha fatto immediatamente ambientarsi ai piedi del Vesuvio. Arrivato in sordina è divenuto, in questi anni di militanza in maglia azzurra, un idolo dei tifosi sia per quel suo modo genuino di porsi che per le emozioni che ha regalato con i suoi gol. Ma più di ogni altra cosa è il suo modo di essere che ha conquistato tutti, disponibile come pochi ha saputo immergersi nella realtà partenopea e divenirne parte integrante.

Cuore d’oro e innamorato di Napoli

L’amore per Napoli e per la sua gente lo ha sempre dimostrato sia dentro che fuori dal campo. Le tante iniziative benefiche lontano dai riflettori (per esempio quando la notte in incognito andava a distribuire pizze ai senzatetto partenopei), la sua spiccata sensibilità nei confronti di grandi e bambini (come il costante supporto dato alla piccola Aurora che sta combattendo contro una rara forma tumorale e che continua ogni giorno fra regali, foto, abbracci e sorrisi), le continue esternazioni d’amore per la città, la sua gente e le sue tradizioni con parole e fatti (non è cosa impossibile ritrovarselo dietro il banco di una pizzeria a fare il pizzaiolo per un giorno), hanno sempre di più fatto affezionare Napoli al calciatore belga.

Il ritratto in via Toledo

Ancor prima di diventare un grande bomber Dries Mertens era già diventato il grande idolo dei tifosi napoletani per via del suo carattere scanzonato, delle giocate geniali e dell’amore per Napoli. In quasi ogni strada della città si vendono magliette con il numero #14 e il cognome del belga, che vanno pure a ruba. Ecco allora che oltre ai cori del San Paolo a lui dedicati, anche per le strade della città c'è chi ha trovato un modo molto curioso per omaggiare quello che ormai è stato ribattezzato dai suoi tifosi come "Ciro" Mertens".

  • Si tratta di Omar Mohamed, artista di strada e "madonnaro" che realizza veri e propri capolavori anche per le vie di Napoli. L'ultimo è quello dedicato all'attaccante riscopertosi bomber a Napoli, dopo una carriera da centrocampista offensivo. Ecco allora che Omar ha realizzato sul marciapiede di via Toledo un gigantesco ritratto di Mertens. Il calciatore è immortalato mentre esulta dopo un gol con la maglia bianca con banda azzurra del Napoli con uno sfondo fatto tutto di palloni da calcio per uno dei tanti pittoreschi modi dei partenopei per ricambiare l'amore al folletto belga.

L’orgoglio napoletano sui social

A contribuire a questo feeling tra il calciatore, la squadra e i suoi tifosi, la città e i suoi abitanti anche i post scritti dal belga sui propri profili social diventati cult, spesso virali, caratterizzati da una profonda conoscenza dei termini dialettali e di tutto ciò che è Napoletano. Post scritti sempre dimostrandosi orgoglioso di essere un napoletano come in quello scritto su Instagram al termine della scorsa stagione in cui il Napoli, allora di Maurizio Sarri, ha accarezzato e poi visto svanire il sogno Scudetto.

Il mio quinto campionato in maglia azzurra è finito – ha scritto in quell’occasione Mertens a corredo di un video con alcuni dei suoi gol più belli con la maglia del Napoli -, sarebbe stato bello poter vincere per questa città e per questi tifosi che ci hanno sostenuto per tutta la stagione, ci siamo andati molto vicino, buttando il cuore oltre l’ostacolo… Per il futuro è importante sapere che NOI napoletani non molliamo mai! Grazie a tutti e forza Napoli sempre.