Non è solo lo spogliatoio del Real Madrid a dettar legge. Dopo l'esonero di Julen Lopetegui che, secondo indiscrezioni, sarebbe stato fatto fuori dai senatori, anche il tecnico del Bayern Monaco sarebbe a forte rischio dopo l'insurrezione della vecchia guardia bavarese. Secondo il settimanale tedesco "Kicker", quattro giocatori della rosa starebbero infatti facendo forti pressioni sulla società per far cacciare Nico Kovac: ex allenatore dell'Eintracht Francoforte, arrivato a Monaco di Baviera nella scorsa estate.

Dietro alla capolista Borussia Dortmund, in coabitazione con il Borussia Monchengladbach, il Bayern Monaco è infatti in piena crisi e a pagare potrebbe essere dunque l'ex commissario tecnico croato e il suo assistente Salihamizic. A soffiare sul fuoco delle polemiche sarebbero Mats Hummels, Arjen Robben, Franck Ribery e Thomas Muller: quattro tra i giocatori più autorevoli dello "stanzone" dei campioni di Germania.

Il possibile ritorno di Jupp Heynckes

Dopo il terremoto che coinvolse Carlo Ancelotti nel 2017, silurato da cinque giocatori (tra questi anche alcuni che stanno facendo la fronda a Kovac), intorno al centro d'allenamento del Bayern il cima è tornato irrespirabile. I capi d'accusa mossi verso Kovac e Salihamizic sarebbero quattro: l'utilizzo della lingua croata per comunicare tra loro (e per non farsi capire dalla squadra), l'utilizzo eccessivo della bicicletta durante gli allenamenti, il turnover massiccio che ha tolto certezze alla squadra e uno schema (il 4-1-2-2-1) che Muller e compagni non hanno mai gradito.

La dirigenza per il momento ha preso tempo e smentito qualsiasi voce legata al futuro del mister croato, anche se in Germania continuano a scrivere di un presunto ritorno in panchina di Jupp Heynckes: il tecnico che prese il posto di Ancelotti e trascinò la squadra fino alla semifinale di Champions League (poi persa con il Real Madrid di Cristiano Ronaldo) e fino alla conquista del 28esimo titolo in Bundesliga.