Brutta "sorpresa" in casa blaugrana: la UEFA infatti ha comunicato di non considerare campioni d'Europa ben quattro calciatori del Barcellona, fresco di titolo dopo il 3-1 rifilato alla Juventus nella finale di Berlino. Si tratta di Thomas Vermaelen, Claudio Bravo, Jordi Masip e Douglas: motivazione ufficiale, quella di non essere scesi in campo neanche un minuto in nessuna delle tredici gare disputate dal sodalizio catalano in questa stagione appena terminata. Insomma, il trofeo e la medaglia non l'hanno meritata…

La notizia, diffusa da Esports 3, ha lasciato l'amaro in bocca a diversi tifosi blaugrana e, probabilmente, anche ai quattro calciatori del Barcellona. Ognuno di essi non è mai sceso in campo per i più svariati motivi: dalla pura e semplice decisione tecnica agli infortuni, passando per il turn-over. Ma il regolamento UEFA è inflessibile: possono essere considerati campioni d'Europa soltanto "quei giocatori che abbiano giocato nella squadra campione della UEFA Champions League", e non "i panchinari senza minuti giocati ed i giocatori della rosa non utilizzati". Certo, si tratta di un puro cavillo che vale esclusivamente per le statistiche. Ma in ogni caso, si tratta di una mini-beffa per i quattro calciatori catalani.

Il caso più sfortunato è sicuramente quello di Thomas Vermaelen: arrivato dall'Arsenal per 15 milioni di euro più altri 4,5 di bonus l'estate scorsa, ha disputato solo una gara con il Barcellona il 23 maggio scorso, dopo un'intera stagione passata a combattere con i problemi al tendine del ginocchio sinistro. I due portieri, Claudio Bravo e Jordi Masip, così come il difensore brasiliano Douglas, sono invece fuori dalla conta ufficiale esclusivamente per non aver giocato: ma se Masip, terzo portiere, ha collezionato solo tre presenze complessive in stagione, il cileno Bravo ha invece giocato 37 partite su 38 di Liga, pur senza mai scende in campo in Champions. Un'autentica beffa.