E' stato uno spettacolo per gli occhi, una partita che dalle parti della Capitale non si vedeva da moltissimo tempo. La Roma più bella degli ultimi anni, ha compiuto un miracolo e asfaltato un Barcellona travolto dalla furia di De Rossi e compagni. Davanti alla necessità di ribaltare il passivo dell'andata, i giallorossi hanno vissuto una serata memorabile e segnato tre gol ad una delle squadre più forti in Europa. Gli uomini di Di Francesco hanno compiuto un vero capolavoro, giocando meravigliosamente per tutti i novanta minuti e in tutti i reparti, mettendo in un angolo Messi e compagni. I giallorossi volano in semifinale: un traguardo che riempie d'orgoglio tutto il calcio italiano

Barcellona in difficoltà

"Il nostro pubblico può fare la differenza". Davanti ad un Everest da scalare, Di Francesco aveva chiesto l'aiuto del pubblico romano per cercare di rimediare alla sconfitta dell'andata. Il tecnico è stato accontentato, perché la spinta dell'Olimpico è stata decisiva sin da subito ed è anche aumentata dopo il gol del vantaggio di Dzeko: confezionato da un lancio fantastico di De Rossi. Trovata la rete istantanea al sesto minuto, la Roma ha successivamente saputo mettere in difficoltà un Barcellona terribilmente traballante in difesa, dove Piquè ed Umtiti hanno sofferto le due punte giallorosse.

Senza l'apporto di Messi (fuori dal gioco e autore solo di due punizioni alte), i blaugrana sono andati negli spogliatoi sotto di un gol: un risultato che avrebbe anche potuto essere diverso, visto che l'undici romanista ha creato tre chiare palle gol con Schick e Dzeko: fermato alla grande da Ter Stegen al 36esimo.

Delirio giallorosso

Irriconoscibile nei primi 45 minuti, dove a causa della pressione ha spesso cercato inutili lanci lunghi, il Barcellona ha continuato ad avere una miglior percentuale nel possesso palla ma ha comunque fatto fatica ad innescare le punte. Merito di una Roma compatta tra i reparti, sempre pronta a soffocare gli avanti catalani con raddoppi costanti e brava a sfruttare un Edin Dzeko sceso in campo con gli "occhi della tigre" e protagonista anche in occasione del rigore del 2 a o realizzato da De Rossi.

Davanti alla possibilità di ribaltare clamorosamente un verdetto che sembrava già scritto, Di Francesco si è giocato il tutto per tutto inserendo Under ed El Shaarawy (fuori Schick e Nainggolan) per tentare di sfruttare la velocità dei due esterni. Una scommessa che ha rischiato di pagare al 79esimo, quando Ter Stegen ha tolto dalla porta un tap in ravvicinato del Faraone. L'urlo che l'Olimpico si era ricacciato in gola sulla giocata di El Sharaawy, è potuto uscire poco dopo grazie al colpo di testa vincente di Manolas. Un gol che ha generato l'assedio inutile dei catalani negli ultimi dieci minuti di gara. A vincere e a passare in semifinale è andata meritatamente la Roma: tornata magica nella sua serata più importante.