Gerard Piqué compierà 32 anni il 2 febbraio ma ha deciso che la sua carriera sportiva ha già intrapreso la fase finale. Il difensore catalano ha fatto spesso capire che non giocherà ancora per molto tempo  le ultime notizie che arrivano dalla Spagna sembrano confermare proprio questo: il numero 3 del Barcellona ha già detto in più di un'occasione che il suo sogno quando smetterà non sarà quello di fare l'allenatore o il direttore sportivo ma il presidente. Tutto questo sembra portare ad una decisone lampo e che potrà portarlo sulla scrivania più importante del club culé alla prima occasione, ovvero nel 2021.

Piqué avrebbe ha deciso di appendere le scarpe al chiodo nel 2020 per dedicarsi alla preparazione della sua candidatura alla presidenza di Barcellona visto che ci saranno le elezioni nel 2021, quando Josep Maria Bartomeu terminerà il suo mandato. L'idea del difensore catalano è quella di finire la stagione in corso e di giocare la prossima (2019/2020) prima di ritirarsi: l'attuale presidente del Barça già conosce le intenzioni di Piqué e la sua candidatura potrebbe bruciare tutti gli altri.

Nella sua carriera di presidente Piqué vuole circondarsi di compagni con cui ha raggiunti grandi traguardi sul rettangolo verde: per la panchina, nella sua testa, sembra esserci il tandem Xavi Hernandez-Andrés Iniesta mentre per la direzione sportivo del club il nome più caldo sarebbe quello di Carles Puyol. L'ex centrocampista di Terrassa si sta preparando per allenare e ha già conseguito i corsi della Federcalcio spagnola per ex giocatori mentre don Andrés non ha ancora iniziato ma recentemente ha detto a MD che gli piacerebbe allenare in futuro. Per quanto riguarda Puyol ogni parola è superflua: Gerard è un grande amico di Puyol, che ha una grande conoscenza del mercato e ha l'autorità giusta per gestire anche da fuori del spogliatoio Barca.