Il Barcellona ha ufficializzato la seconda maglia per la stagione 2019-2020. Se la prima divisa del Barça ha cambiato le strisce verticali per una insolita scacchiera e per la terza si pensa di recuperare il colore verde acqua utilizzato nella seconda metà degli anni '90, il kit da trasferta sarà giallo. Il motivo di questa decisione è di rendere omaggio a La Masia, che compie 40 anni, e lo fa con il motto: "Un classico del calcio moderno è tornato". La maglia Nike, oltre al suo colore giallo come colore principale, avrà due strisce diagonali, una blu e una granata e alla fine delle maniche è presente uno dei due colori del club catalano.

La maglia ricorda quella indossata tra la fine degli anni '70e l'inizio degli anni '80 ma quel colore non venne più usato molto dopo dolorose sconfitte contro Manchester United, Metz e Osasuna. Il club blaugrana ha voluto commemorare il 40° anniversario de La Masia riproponendo la camiseta che veniva indossare nel 1979, quando nacque la residenza dei giovani calciatori. Nella stagione 2008-2009 è tornata in campo, ma con la banda azulgrana verticale, e certamente l'immagine di Andres Iniesta con quella maglia che festeggia allo Stamford Bridge uno dei goal più importanti della storia del Barça è impressa nei cuori di tutti i tifosi.

Il Barça ha giocato per la prima volta in giallo nella stagione 1975-1976 dopo aver utilizzato, come da tradizione, la maglia bianca e pantaloncini blu per le trasferte. In quella stagione Johan Cruyff era l'uomo simbolo del club e la prima volta fu in occasione della semifinale della Coppa Uefa ad Anfield contro il Liverpool: dopo lo 0-1 dell'andata arrivò l'1-1 al Nou Camp e la conseguente eliminazione. Nella stagione successiva venne utilizzata contro gli svedesi dell'Östers IF Vaxjö (5-1) e nel 1977-1978, sempre in Coppa Uefa, quando arrivò la sconfitta contro l'Ipswich Town (3-0) prima della rimonta e la vittoria ai calci di rigore al Camp Nou.