Il campionato spagnolo appena cominciato, è probabilmente l'ultimo in maglia blaugrana di Andrés Iniesta. Il "mago" del centrocampo catalano, per anni protagonista dei successi del Barcellona, non ha ancora rinnovato il suo contratto che scade nell'estate del 2018. È stato lo stesso giocatore a confermare i dubbi del suo eventuale prolungamento, in una recente intervista rilasciata al quotidiano iberico "El Pais". Accostato nelle ultime settimane anche alla Juventus, Iniesta ha così messo le mani avanti sul suo possibile addio: "Sì, è vero, non ho ancora rinnovato il mio contratto – ha spiegato il 33enne blaugrana – Questo è uno scenario che tre anni fa non avrei mai immaginato. E' la prima volta che provo sensazioni simili, non avevo mai sperimentato situazioni del genere. Però penso siano normali, fanno parte del gioco".

Le divergenze con Luis Enrique.

Nella settimana più difficile per la città catalana, colpita al cuore dopo l'atroce attentato terroristico dei giorni scorsi, uno dei simboli dello squadrone invincibile di Guardiola e Luis Enrique ha gettato nello sconforto tutta la tifoseria del Camp Nou: "In questo momento mi sto ponendo delle domande sul mio futuro, quando prima non lo facevo – ha continuato il giocatore di Valverde – In questo club non puoi mai perdere il rispetto per le persone che hanno dato la vita per questi colori. Anche se a volte hai la sensazione che avvenga il contrario". Dopo le sue recenti dichiarazioni d'amore verso il Barcellona, il centrocampista è ora ad un passo dal clamoroso divorzio. Cominciata nel peggiore dei modi la stagione con il nuovo tecnico, Iniesta ha poi parlato del suo rapporto con il predecessore di Valverde: "Luis Enrique? Ho sempre avuto tantissimo rispetto per lui, anche se a volte non vedevamo le cose dallo stesso punto di vista".