Sandro rosell

Mentre Cesc Fabregas piegava le resistenze del Celtic a Glasgow portando il Barcellona di Tata Martino a punteggio pieno nel girone che ha visto il contemporaneo pareggio tra Milan e Ajax, in Spagna alcuni soci del club blaugrana hanno preparato una nota ufficiale contro il presidente Sandro Rosell e una gestione "menzognera" dello stesso nei confronti della società catalana. Chiedendone le dimissioni. Difficile che ciò accadrà per il regolamento interno del Barcellona che prevede che ogni richiesta da parte dei soci per essere avvallata debba raggiungere il quorum del 5 per cento. Che sabato salirà alla soglia del 15%. Ma Rosell e i suoi collaboratori più stretti saranno obbligati comunque a dare spiegazioni.

Rosell, Bartomeu e Faus: il trio sotto accusa – Una condotta da "imbroglione" e "menzognera" sulla gestione economica del club. Queste le motivazioni che hanno spinto alcuni membri della piattaforma ‘GO Barça', del gruppo ‘Grup Opinio Barça' composto da soci del Barcellona, a muovere una formale denuncia per sfiduciare dalle proprie cariche il presidente Sandro Rosell e i vicepresidenti Josep Maria Bartomeu e Jordi Javier Faus.  Perchè l'accusa, benchè circostanziata, possa essere presa in considerazione, per il regolamento interno al club, dovrà essere firmata da almeno il 5% dei soci del Barça.