Cristiano Ronaldo non è servito a salvare la Juventus. Il calcio è uno sport di gruppo, la squadra vince tutta insieme. La squadra deve saper leggere la partita, adattare agli avversari e alle situazioni di fortuna e sfortuna che si possono verificare.

Quando al presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, regalano l'assist sui ‘soldi che non fanno la felicità' e non sono garanzia di successo lui si fionda sulla palla e fa gol alla sua maniera. Se poi l'avversario è la Juventus, tanto meglio. Due cose lo hanno convinto ed entusiasmato nella due giorni di Champions: 1) la capacità dell'Ajax di sopperire con talento e organizzazione di squadra alla maggiore caratura dei bianconeri che in rosa potevano vantare un campione da cinque Palloni d'Oro; 2) lo spettacolo offerto da Manchester City e Tottenham, uno spot per gli amanti del calcio e al tempo stesso la migliore risposta che si può dare a quanti (Allegri in primis) ritengono che un certo modo d'intendere il calcio sia roba da circo.

Mi si è aperto un mondo vedendo quella partita – ha ammesso il presidente al termine del pranzo Uefa con la dirigenza londinese -. Questo è il calcio. Mentre l’Italia è la preistoria del calcio. Da noi uno spettacolo di quel tipo è irripetibile in Italia, ci nascondiamo dietro una tattica. Il vero pericolo nell’affrontare una squadra inglese è questo.

Al San Paolo sarà di scena l'Arsenal che forse è la squadra meno inglese della Premier ma resta una delle più forti: quarta in classifica (a pari punti col Chelsea) a -1 dal Tottenham terzo, a +2 sul Manchester United. Gunners impegnati su due fronti: in patria devono lottare per agganciare la zona Champions, in Europa devono difendersi dall'assalto del Napoli che questa sera proverà a ribaltare il 2-0 maturato all'andata.

Abbiamo un gruppo di ragazzi straordinario che ha sempre dato il massimo – ha aggiunto De Laurentiis -. In una stagione possono esserci momenti di appannamento. Ancelotti è un allenatore di grande esperienza, una persona perbene e questi per me sono fattori molto importanti. Abbiamo affrontato in Champions partite ben più complicate di questa… e anche se dovessero farci un gol, dovremo guadagnarci una vittoria con ancora più gol di quanto avevamo immaginato. Servirà concentrazione questa volta e potrebbe esserci anche una bella sorpresa.