L'attesa è finita: Lionel Messi tornerà a far parte della nazionale argentina. A confermarlo è il diario Olé. La decisione è presa dalla fuoriclasse di Rosario e l'ha già comunicata al DT Lionel Scaloni: la Pulce sarà a Ezeiza per tutte le prossime amichevoli in preparazione della Copa America, che giocherà in Brasile tra giugno e luglio, e tornerà ad utilizzare la 10, togliendo lo spazio vuoto tra il 9 di Icardi e l'11 di Di Maria.

Scaloni non ha mai forzato la mano con il suo fuoriclasse, misurando i dialoghi, gli umori e cercando di interpretare il momento di Messi: Leo e la sua famiglia si sono isolati dal clima che ha circondato la nazionale argentina post Coppa del Mondo 2018 e dai colloqui, sempre più frequenti a cavallo tra fine e inizio anno nuovo, era già uscita una certa fiducia il giorno dei sorteggi per la Copa América.

Non ci sono notizie ufficiali ma dopo il più lungo intervallo di assenza dalla Seleccìon, quasi nove mesi, Messi farà il suo ritorno nelle amichevoli della prossima primavera: se non ci saranno problemi fisici, il calciatore del Barcellona sarà in campo il 22 marzo contro il Venezuela a Madrid, dove entrerà per la prima volta nel nuovo gruppo di giocatori, e poi il 26 contro il Marocco a Rabat, l'ultima partita prima del torneo continentale in Brasile. Lionel ha accettato la sfida perché vorrebbe cercare di coronare il sogno di sempre: vincere un titolo con la nazionale maggiore.

L'ultima volta con la Seleccìon: in Russia contro la Francia

Messi ha pensato molto a questa decisione in questi 214 giorni trascorsi dall'eliminazione contro la Francia, al Mondiale di Russia, provando diverse sensazioni diverse e non rilasciando mai dichiarazioni sull'argomento Seleccìon per evitare discussioni e polemiche: in questi sette mesi non è mai stato completamente lontano dalle cose che sono accadute a Ezeiza ed è rimasto sempre in contatto con dirigenti e corpo medico dell'Albiceleste.