Tempo di cambiamenti anche per gli arbitri in Serie A. Oltre al valzer degli allenatori, e a quello dei calciatori sul mercato, è tempo di registrare cambiamenti anche nella squadra dei fischietti che dirigeranno le gare della prossima edizione del massimo campionato italiano. L'Associazione Italiana Arbitri, riunitasi oggi in Figc, ha presentato gli organici per la stagione 2019/2020, ufficializzando l'addio a Luca Banti e Paolo Silvio Mazzoleni, che saranno sostituiti da Antonio Giua e Marco Piccinini in Serie A.

Gli arbitri della Serie A 2019/2020, addio a Banti e Mazzoleni. Al loro posto Giua e Piccinini

Il Comitato nazionale dell'AIA (l'Associazione Italiana Arbitri) riunitosi presso la Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha ufficializzato gli organici per la prossima stagione. Come già noto appendono il fischietto al chiodo due "senatori" del calibro di Luca Banti di Livorno e Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo per raggiunti limiti d'età. Al loro posto sono stati promossi, e sostituiti dunque nella squadra degli arbitri della Serie A 2019/2020, Antonio Giua di Olbia e Marco Piccinini di Forlì.  Per quanto riguarda invece gli assistenti dei direttori di gara sono stati dimessi Tasso di La Spezia per motivate valutazioni tecniche, Di Liberatore di Teramo, Marrazzo di Frosinone, Posado di Bari, Tonolini di Milano e Vuoto di Livorno per limiti di età. Promossi invece dalla Can B alla Can A gli assistenti Baccini di Conegliano, Bresmes di Bergamo, Colarossi di Roma 2, Imperiale di Genova e Vecchi di Lamezia Terme

Gli arbitri promossi in Serie B per il 2019/2020

Novità anche in Serie B, con la promozione degli arbitri Amabile di Vicenza, Ayroldi di Molfetta, Camplone di Pescara, Robilotta di Sala Consilina e Sozza di Seregno. Sono stati invece dismessi, per motivate valutazioni tecniche Guccini, Pillitteri e Picopo, mentre Di Paolo e Nasca per limiti di permanenza nel ruolo. Tra gli assistenti, promossi dalla Can Pro in B, come riporta il Corriere dello Sport,  Avalos, Berti, Palermo, Perrotti, Ruggieri, Saccenti e Vono, chiudono per motivate valutazioni tecniche Borzomì, Chiocchi, Formato, Luciano e Opromolla.

Nicchi e il futuro del Var

In conferenza stampa è intervenuto il presidente dell'AssociazioneItaliana Arbitri, Marcello Nicchi che oltre ad esternare soddisfazione per il lavoro svolto dei suoi allievi, e fare il punto sul futuro, ha parlato anche del Var. Per quanto riguarda la possibile nascita della sala Var a Coverciano, il numero uno degli arbitri ha dichiarato: "Spero che il comune di Firenze ci dia presto le autorizzazioni per fare i lavori. E' un progetto sensazionale se ci danno le autorizzazioni velocemente: là dentro possiamo fare tutto, dibattiti, spiegazioni. Magari una domenica si gioca una partita importante e perché non vederla insieme ai due presidenti delle società? Sono cose che oggi sembrano impossibili, ma un domani chi lo sa – ha proseguito il numero uno degli arbitri in Federcalcio – La stessa cosa si può  fare con la spiegazione degli episodi controversi: magari il martedi' gli arbitri a Coverciano potranno spiegare la situazione e le dinamiche delle scelte fatte la domenica precedente".