A distanza di poche ore dall'annuncio pubblicato sul quotidiano Marca, il Barcellona conferma con un comunicato ufficiale il pagamento della clausola rescissoria di 120 milioni e l'ingaggio di Antoine Griezmann. Pazzesca la clausola rescissoria messa a mo' di lucchetto al contratto di cinque anni che ha legato il francese ai blaugrana: l'importo è di 800 milioni di euro, come precisato dai catalani. Non sono state rese ancora note le cifre dell'ingaggio ma, a giudicare da quanto emerso nei giorni scorsi, all'ex punta dell'Atletico Madrid dovrebbe andare uno stipendio di 17 milioni di euro netti a stagione.

L'FC Barcelona ha pagato la clausola rescissoria di 120 milioni di euro per liberare Antoine Griezmann dall'Atlético Madrid. Il giocatore firmerà un contratto con il suo nuovo club per le prossime cinque stagioni, fino al 30 giugno 2024, con una clausola di buyout di 800 milioni di euro.

L'Atletico Madrid rilancia: Ci devono 200 milioni non 120

La replica dell’Atletico Madrid non s'è fatta attendere e con una nota ufficiale diffusa via Twitter ha sostanzialmente impugnato quel che definisce un accordo nullo per una irregolarità palese: ovvero, che il club e il calciatore s'erano accordati prima che la clausola rescissoria si riducesse da 200 milioni a 120 e, cosa peggiore, a stagione ancora in corso.

L'Atletico Madrid considera la cifra depositata insufficiente per attivare la clausola rescissoria dato che l'accordo fra il giocatore e il Barcellona è stato raggiunto prima della data in cui la citata clausola si riducesse da 200 a 120 milioni – si legge nella nota -. E' antecedente a questa data anche la comunicazione fatta il 14 maggio scorso dal giocatore all'Atletico, in cui annunciava la sua volontà di svincolarsi dal club . L'Atletico Madrid ritiene che la risoluzione del contratto sia avvenuta prima della fine della scorsa stagione a causa di eventi, azioni e comportamenti messi in atto dal giocatore ed è per questo che ha già avviato le azioni che considera appropriate per la difesa legittima dei propri diritti e interessi.

Griezmann secondo nella Top 10 delle clausole rescissorie

Griezmann, dunque, cambia casacca ma resta nella Liga, fugando anche quelle indiscrezioni che lo avrebbero voluto al Paris Saint-Germain. Quanto all'importo della clausola rescissoria, non è la più elevata in assoluto ma è sicuramente tra le più ricche in Europa e in particolare nella Liga. La classifica dei dieci calciatori più costosi colloca il francese alle spalle di Karim Benzema del Real Madrid (1 miliardo di euro) e immediatamente davanti a un altro giocatore dei blancos. Non è Gareth Bale (la cui quota è ferma a 500 milioni) ma si tratta del giovane Brahim Diaz prelevato dal Manchester City e blindato con un accordo da 750 milioni, clausola superiore perfino a quella di Lionel Messi (700 milioni di euro dopo l'ultimo rinnovo).

Sempre a quota 700 in casa Real ci sono Isco e Marco Asensio mentre Luka Modric (oltre il gallese) sono fermi a quota 500 milioni. A fare la parte del leone in materia di clausole sono i club spagnoli, da Madrid a Barcellona è come affrontare un viaggio nel caveau di una banca dove sono custoditi gli oggetti più preziosi. In Catalogna ci sono esempi altrettanti ricchi: Sergio Busquets e Samuel Umtiti hanno una clausola di 500 milioni di euro mentre a 400 ci sono Ousmane Dembélé e Philippe Coutinho. Griezmann ha fatto saltare il banco.