Ha aspettato mesi e mesi Ante Rebic per prendersi la copertina al Milan, il croato ci è riuscito contro l’Udinese e lo ha fatto in una partita chiave, che i rossoneri hanno vinto grazie alla doppietta dell’ex di Fiorentina e Eintracht. Per il Milan è il secondo successo consecutivo. Rebic ha realizzato al 93’ il gol del definitivo 3-2 che ha fatto esplodere San Siro. Un happy end che in realtà rappresenta, forse, solo l’inizio della grande rincorsa del Milan, che in questo momento è a sette punti dal quarto posto.

Anonimo girone d’andata per Ante Rebic

Otto partite giocate nel girone d’andata, nemmeno 180 minuti, in pratica meno di due partite intere per Rebic, arrivato, anzi ritornato in Italia con la spinta di Boban. Mai un incontro giocato dal primo all’ultimo secondo, quasi un oggetto misterioso. Ora però con Ibra il Milan è cambiato, non solo perché ha in squadra un giocatore dalla personalità immensa, ma perché Pioli ha deciso anche di cambiare modulo, ha ‘fatto fuori’ Suso, Piatek e Paquetà e ha iniziato a giocare con il 4-4-2, un modulo evidentemente più congeniale a Rebic.

La doppietta di Rebic in Milan-Udinese

Il croato è entrato in campo nel secondo tempo di Milan-Udinese, con i bianconeri avanti di un gol. I friulani vedono il raddoppio, Donnarumma è super, poco dopo arriva l’1-1 del Milan firmato proprio da Rebic, che si inserisce con i tempi giusti sfrutta un’azione di Castillejo e Conti e insacca. La partita diventa bellissima, segnano Theo Hernandez e Lasagna, il pareggio sembra il risultato finale e invece al 93’ il croato segna un gol bellissimo, si porta avanti il pallone con maestria, si allarga, mira l’angolino e lo centra, niente da fare per Musso. Il Milan vince 3-2, sale a 28 punti. Rebic è l’eroe del giorno e si toglie pure un grosso sfizio, perché ha tolto la scena a Ibrahimovic.