A Salisburgo il Napoli si presenta forte del 3-0 ottenuto nella gara di andata. Ancelotti in conferenza stampa però mette subito le cose in chiaro, ai suoi calciatori ha detto che vuole vincere anche nella Red Bull Arena, dove troverà un avversario infuocato che sarà trascinato da un pubblico caldissimo:

All'andata nel finale abbiamo concesso troppe opportunità in un momento in cui il risultato era a noi favorevole. In quel modo avremmo potuto prendere un gol e compromettere la gara di ritorno. Il 3-0 è un buon risultato, ma non ci penso, voglio che si giochi al meglio e che si vinca anche qui.

Koulibaly e Maksimovic sono squalificati, Albiol ha finito la stagione, il Napoli si presenterà senza i centrali titolari. In campo ci andranno Chiriches e Luperto. Ancelotti ha parole d'elogio per il rumeno e per il prodotto del vivaio azzurro. Il tecnico ha detto che la sua squadra avrà il solito atteggiamento, a differenza del club austriaco che dovrà andare all'attacco:

Di certo, non cambieremo il nostro atteggiamento. Loro, invece, si, perché saranno meno prudenti è più sbilanciati. Noi abbiamo sempre cercato d’imporre il nostro gioco ed avere il controllo della partita. Quando c’è la strategia giusta gli interpreti sono tutti funzionali, anche chi ha giocato meno. Chiriches è un giocatore bravo e affidabile e anche Luperto mi ha dimostrato grande affidabilità.

A Reggio Emilia con il Sassuolo il Napoli ha disputato una delle partite peggiori della stagione, per Ancelotti quel match è già alle spalle. Il tecnico ovviamente è dispiaciuto per quel risultato, ma sa anche che non è facile giocare un incontro di campionato a cavallo di due sfide di coppe:

Con i giocatori ho pensato soltanto a preparare la partita, non siamo qui per fare calcoli. Con loro non ho non ho parlato nemmeno di Reggio Emilia, eravamo tutti dispiaciuti e sapevamo di non aver fatto bene. Dobbiamo guardare avanti, quando giochi un turno di campionato nel bel mezzo di un impegno europeo fai fatica, ecco perché è venuto fuori una partita deludente, a Sassuolo.

Ancelotti non ha voluto dare ulteriori indizi sulla formazione, anche se ha svelato che dall'inizio ci sarà Milik, affiancato da Insigne o Mertens: "Ho una sola certezza, Milik giocherà. Ora dovrà scegliere il compagno da affiancargli e non l’ho ancora fatto", infine due battute sulle parole dette da Insigne dopo il pari con il Sassuolo:

Insigne? Ho letto quello che ha detto, lo trovo comprensibile, sente il peso della responsabilità, è la sua Napoli, gli può pesare il fatto che su di lui ci sia un’attenzione maggiore rispetto agli altri giocatori. Ma questo è normale.