Il Napoli al San Paolo ha battuto 2-0 il Liverpool e ha iniziato nel migliore dei modi la Champions League. La partita è stata decisa dai gol di Mertens, su rigore, e Llorente. Un successo prestigioso, perché gli azzurri hanno battuto i campioni in carica, e fondamentale per la classifica del Gruppo E (nell'altro match il Salisburgo ha battuto 6-2 il Genk).

Il Napoli ha battuto i campioni d'Europa

Ancelotti il Liverpool in casa lo aveva già sconfitto lo scorso anno, ma questa vittoria vale molto di più. Perché sulla carta il girone è un po' più semplice (non c'è il PSG) e perché i Reds sono campioni d'Europa, E per la prima volta dal 2012 una squadra italiana riesce a battere i campioni in carica. Prima di oggi era successo nel novembre del 2012, quando la Juventus di Conte, che in panchina era sostituito da Alessio, batté per 3-0 il Chelsea di Di Matteo, vincitore della Champions sei mesi prima.

Ancelotti batte per la 4a volta i campioni in carica

Se il Napoli per la prima volta batte la squadra Campione d'Europa in carica, ed è la prima squadra italiana a farlo dopo quasi sette anni, è addirittura la quarta volta che Ancelotti da ‘sfavorito' batte la squadra detentrice del trofeo. Nella stagione 1997-1998 con il Parma batte il Borussia Dortmund. Poi si è ripetuto nel 2002-2003, quando con il Milan fece lo sgambetto al Real Madrid. Nel 2013-2014 Ancelotti era l'allenatore del Real Madrid e batté il Bayern. Stasera scacco matto a Klopp, sconfitto 2-0.

Klopp perde ancora contro il Napoli al San Paolo

Per la terza volta l'allenatore tedesco si presenta al San Paolo e per la terza volta esce sconfitto. Nel 2013 perse 3-1, allenava il Borussia, Benitez era il tecnico del Napoli. Poi la sfida dello scorso anno, 1-0 per gli azzurri. E il Napoli anche quest'anno è riuscito a vincere contro il Liverpool, caduto sotto i colpi di Mertens e Llorente.

Mertens e Llorente, il Napoli batte il Liverpool.
in foto: Mertens e Llorente, il Napoli batte il Liverpool.