Alla Lazio è bastata una rete di Felipe Caicedo per avere la meglio del Frosinone. La squadra di Simone Inzaghi ha battuto di misura i ragazzi di Marco Baroni nella prima gara del Monday Night della giornata numero 22 della Serie A 2018/2019 e non ha perso terreno con la parte alta della classifica. Non è stata una grande partita quella del Benito Stirpe ma alla Lazio importavano solo i 3 punti dopo le sconfitte contro Napoli e Juventus: i biancocelesti agguantano il quinto posto e ora sono ad un solo punto dalla zona Champions League. 

Le formazioni: turnover per Inzaghi, Baroni con i nuovi

Simone Inzaghi, rispetto alla sconfitta casalinga contro la Juve, ha apportato ben 5 novità dal fischio d’inizio: nel 3-5-2 è tornato in difesa Acerbi, al posto dell’indisponibile Wallace, con Bastos e Radu a difesa di Strakosha; a centrocampo fuori Milinkovic-Savic (squalificato), Leiva e Lulic, dentro Badelj e Marusic oltre a Durmisi con Parolo e Luis Alberto. Davanti con Immobile non c’è Correa  Caicedo. Per il Frosinone, Baroni ha perso Cassata, squalificato, e ha confermato il 3-5-2 che ha travolto il Bologna a domicilio: Sportiello tra i pali, Salamon, Capuano e Krajnc in difesa, a centrocampo Zampano rileva Ghiglione e c'è spazio anche per i nuovi acquisti Viviani e Valzania, insieme a Chibash e Valzania. Il tandem d’attacco è formato da Ciano e Pinamonti.

Le formazioni di Frosinone–Lazio. (sofascore.com) 
in foto: Le formazioni di Frosinone–Lazio. (sofascore.com) 

Luis Alberto illumina e poi si fa male, Caicedo non perdona

La Lazio è partita meglio ma Sportiello non è mai stato impegnato seriamente. Non succedono grandi cose nella prima parte di gara ma al 25′ un sussulto: l'arbitro Michael Fabbri prima ha concesso e poi ha revocato un calcio di rigore al Frosinone: il fischietto aveva valutato falloso un intervento di Bastos su Ciano ma dopo averlo rivisto al VAR ha cambiato idea e ha fatto proseguire.

Al 36′ la squadra di Simone Inzaghi ha trovato il vantaggio con Felipe Caicedo con una grande conclusione di sinistro sotto l'incrocio  su cui nulla ha potuto Sportiello. L'attaccante biancoceleste ha sfruttato al meglio l'assist di Luis Alberto e dopo aver tagliato fuori Capuano ha trafitto il portiere avversario. Seconda rete in campionato per l'ecuadoriano dopo quella al Genoa.

Da verificare le condizioni di Luis Alberto che all'inizio della ripresa ha "chiamato" la sostituzione dopo aver accusato un problema muscolare. Nella ripresa la Lazio non ha avuto problemi ad amministrare il vantaggio, se si escludono un paio di incursioni di Pinamonti e una conclusione di Trotta parata da Strakosha, e ha portato a casa questi 3 punti che gli consentono di agguantare la Roma al quinto posto (35 punti) e ora il quarto posto, dove staziona il Milan, dista solo un punto.