Corentin Tolisso e Maxime Gonalos non sono arrivati a Napoli per paura di Gomorra. Parola di agente. I due centrocampisti dell'Olympique Lione sono stati trattati dalla società azzurra in due diversi momenti ma le trattative si sono interrotte non soltanto perché la società transalpina ha rifiutato le offerte di De Laurentiis per i due centrocampisti: pare che il "no" dei due francesi siano dovuti all'inaccettabile immagine che alcuni hanno di una città meravigliosa come Napoli.

A confermare tutto ciò è il procuratore di Gonalons, Frederic Guerra, che ha rivelato l'inquietante particolare ai microfoni di Radio Kiss Kiss:

Qualcuno ha creato timori in Tolisso sulla città di Napoli e stesso discorso per Gonalons. Qui si vede anche Gomorra e questo può aver influito. Io conosco bene la città e so che i napoletani sono persone meravigliose, qui c’è lo stesso problema con Marsiglia oppure in Corsica. La gente non sa ma giudica lo stesso. Tolisso era a un passo dal Napoli, poi qualcuno gli ha fatto credere che nella città non si vive bene ed ha cambiato idea. Hanno Si crede che in ogni quartiere di Napoli si viva come si vede in Gomorra. Ovviamente la realtà è un’altra ma è difficile convincere gli stranieri.

Frederic Guerra ha solide amicizie a Napoli e ha voluto ribadire che si tratta di "una città meravigliosa" ma l'idea che molti hanno di questo luogo è assolutamente da respingere: quello che ha confermato il procuratore francese è la tristissima conferma di come una città meravigliosa come Napoli, che tutto il mondo dovrebbe invidiarci, abbia un'immagine negativa.

Tolisso o Klaassen

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport ci sarebbe stato un forte ritorno di fiamma per Corentin Tolisso da parte della società azzurra che, però, dovrà combattere con la Juventus: il giocatore del Lione costa 35 milioni di euro, una cifra che Aurelio De Laurentiis considera alta ma potrebbe decidere di pagarla. L’alternativa è Klaassen dell’Ajax, ma su di lui ci sarebbe anche la Lazio.