Un aereo scomparso. Nessun superstite, tutti i passeggeri e l'equipaggio risultano dispersi. Tra questi anche un calciatore, Emiliano Sala, 28enne argentino di origini italiane, attaccante del Cardiff City. Che ha riportato il mondo del calcio indietro nel tempo a un anno fa quando una tragedia simile coinvolse un altro velivolo colmo di passeggeri. In quel caso fu un'intero club a perire nello schianto, la Chapecoense.

Poco cambia se si tratta di 40 tesserati o un solo giocatore: il mondo del calcio si è mobilitato ed è in apprensione. Le notizie arrivano centellinate, le ricerche sono in corso, nulla di ufficiale. Le autorità continuano a parlare di "scomparsa" e nemmeno gli ultimi rilievi hanno permesso di chiarire il mistero.

Il comunicato del Cardiff: attività sospese

Verso le 15, il club che ha il giocatore tesserato ha comunicato una nota ufficiale in cui sottolinea lo sgomento della società e la decisione di sospendere ogni attività in attesa di avere ulteriori delucidazioni sulla sorte di Emiliano Sala, al momento dato come ‘disperso'.

Siamo rimasti scioccati nel venire a conoscenza che l'aereo con a bordo Emiliano risulta disperso. Lo aspettavamo a Cardiff ieri sera e oggi avrebbe dovuto sostenere il primo allenamento con la squadra. Proprietario e presidente, Tan Sri Vincent Tan e Mehmet Dalman sono molto toccati e abbiamo deciso di annullare l'allenamento. Tutti noi vogliamo ringraziare i nostri tifosi e la famiglia intera del mondo del calcio per il supporto ricevuto in questo momento. Continuiamo a pregare in attesa di avere novità positive".

Nessuna novità, ricerche ancora in corso

In precedenza, erano state le autorità a dare un aggiornamento sulla situazione: "Per ora la ricerca si è estesa per 1.000 miglia quadrate con un totale di cinque aerei e due scialuppe di salvataggio sotto la coordinazione del Centro di Controllo dei Servizi d'Emergenza congiunti. Non sono state trovate traccie del velivolo. La ricerca continua".