297 CONDIVISIONI
21 Luglio 2013
11:27

Acerbi shock: il difensore lotta contro un tumore

Il difensore è stato operato per l’asportazione di tumore al testicolo.
A cura di Marco Beltrami
297 CONDIVISIONI

Francesco Acerbi è pronto per disputare la partita più importante della sua vita. Le visite mediche di rito a cui si è sottoposto il difensore al momento del suo approdo al Sassuolo, hanno evidenziato la presenza di un cancro ad un testicolo. Una situazione che ha costretto l’ex Milan a sottoporsi ad un intervento d’urgenza per l’asportazione del tumore, che comporterà un periodo di convalescenza prima di poter valutare le condizioni di salute del giocatore.

La bravura dei medici del Sassuolo – Lo staff medico della società emiliana è stata estremamente attenta nell’effettuare le visite mediche. Solo grazie a questo atteggiamento è stato possibile evidenziare il problema ed operare tempestivamente Acerbi presso l’ospedale di San Raffaele. Il club neopromosso ha evidenziato la situazione del suo giocatore attraverso un comunicato ufficiale: "Al calciatore sono stati riscontrati valori ematochimici indicativi di una possibile patologia dell’apparato uro-genitale. A seguito di un’indagine ecografica è emersa la presenza di una neoformazione a tale livello che ha comportato l’immediato intervento chirurgico al San Raffaele di Milano".

I casi del passato – Impossibile non ricordare alcuni casi simili che hanno sconvolto il mondo del calcio. Nel 2001 fu diagnosticato lo stesso tipo di tumore al portiere spagnolo del Deportivo La Coruna Josè Francisco Molina. L’estremo difensore venne operato e dopo un secondo ritiro nel 2003 tornò a calcare i campi di calcio e potè concludere la sua carriera. Eclatante il caso di Eric Abidal, costretto addirittura al trapianto di fegato a causa della malattia e pronto a vivere le ultime stagioni della sua strepitosa carriera in forza al Monaco.

Vilanova lascia il Barcellona – Proprio alcuni giorni fa con un annuncio shock, Tito Vilanova è stato costretto a lasciare il Barcellona. Una decisione legata ad un peggioramento delle sue condizioni dovute ad una ricaduta della grave malattia che lo ha colpito nel 2011. Il 18 dicembre di quell'anno il tecnico ha iniziato la sua battaglia contro un tumore alla ghiandola parotide. Il mister ora sarà costretto a fermarsi per concentrarsi sulle cure, nella speranza di tornare al più presto alla guida della formazione azulgrana.

297 CONDIVISIONI
Shock ai Mondiali: Argentina clamorosamente sconfitta dall’Arabia Saudita
Shock ai Mondiali: Argentina clamorosamente sconfitta dall’Arabia Saudita
619 di Videonews
Dragowski miracolato, i compagni ancora sotto shock:
Dragowski miracolato, i compagni ancora sotto shock: "Una delle cose più brutte mai viste"
Il tumore è tornato, Haller deve operarsi di nuovo:
Il tumore è tornato, Haller deve operarsi di nuovo: "La mia battaglia non è finita"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni