in foto: La conferenza stampa della Federazione – Fonte: Twitter Goteborg

Mentre in Italia le indagini continuano a cercare di fare chiarezza sui casi scoperti nel nostro paese, anche all'estero la piaga del calcioscommesse torna a far parlare di sé. L'ultimo clamorosa notizia arriva dalla Svezia, dove è stato rinviato a data da destinarsi il match di campionato fra il Goteborg e l'Aik Stoccolma a causa di un tentativo di corruzione ai danni di un giocatore dell'Aik. Come riferito dalla "SvFF", la Federcalcio svedese, il calciatore era stato avvicinato nei giorni scorsi da alcuni malintenzionati che, dopo averlo minacciato, gli avevano offerto una "somma di denaro considerevole" per partecipare alla combine del match. I vertici del calcio svedese, avvisati qualche ora più tardi dal giocatore, si sono subito messi in contatto con i due club, hanno deciso di rinviare la partita e contattato la polizia che ha subito avviato un'indagine preliminare.

Il pugno duro dei vertici del calcio svedese.

"Questo è un attacco molto grave contro il calcio svedese e non possiamo accettarlo", ha dichiarato il segretario generale della Federcalcio svedese Håkan Sjöstrand. Dopo i sospetti dello scorso anno, relativi ad alcuni match delle serie minori, i vertici della Federazione hanno dunque risposto con fermezza: "Non si tratta solo di una partita ma di un grave attacco, un tentativo di colpo di stato contro il calcio svedese. E' una cosa inaccettabile, e quindi era importante agire con forza". Davanti ai giornalisti, era presente anche il presidente del Goteborg: "Sono stato subito informato del tentativo di combine e ho sostenuto pienamente la decisione di rinviare la partita – ha dichiarato Frank Andersson – Ho sempre pensato non potesse mai succedere a noi e adesso è dura da digerire". La Federcalcio non ha ancora deciso la data del recupero. L'AIK è attualmente al sesto posto nel campionato svedese con 14 punti, mentre il Goteborg è undicesimo con 10 punti.