La serata da record di San Siro, che con i suoi 65.763 spettatori ha battuto il precedente primato di Dortmund-Wolfsberg del 2015, si è chiusa con l'immagine della faccia contenta di Vincenzo Montella. Nonostante qualche imprevisto, il suo Milan sta crescendo bene e potrebbe davvero regalare grandi soddisfazioni al pubblico del "Meazza": tutto in piedi per applaudire, prima del fischio d'inizio, Leonardo Bonucci e Lucas Biglia. I due giocatori, che non vedono l'ora di fare la loro parte, sono ancora "bloccati" a causa dei problemi che il club rossonero sta incontrando per avere le fideiussioni e completare i trasferimenti: "Ma io sono certo che li vedremo protagonisti sin dalla prossima partita – ha commentato Vincenzo Montella, ai microfoni di Premium – La società è stata brava ad acquistare giocatori quotati e giovanissimi, che rappresentano un patrimonio certo per il nostro club".

Il calore dei tifosi e l'abbraccio a Gigio.

"Sul piano della tenuta mentale è andata meglio. Dal punto di vista fisico non saprei cosa dire: c'era grande caldo e nella seconda frazione abbiamo giocato poco. Ho visto buone trame comunque e sono veramente soddisfatto. Anche i nuovi si sono ben inseriti. I tifosi? Meritavano questa serata, soprattutto per l'amore preventivo dimostrato in questo avvio di stagione".

Tra le note positive, c'è soprattutto il (quasi) tutto esaurito alla "Scala del Calcio": una vittoria non da poco, per la nuova dirigenza. "I tifosi hanno dato dimostrazione di amore profondo – ha concluso Montella – Riempire lo stadio in questo modo il 3 agosto, contro un avversario non di grido, non è da tutti. Vorremmo vivere altre serate così. Spetterà a noi fare il resto: la volonta' e la voglia c'è tutta da parte dei ragazzi. Donnarumma? Il pubblico è sovrano e da buon genitore, dopo lo schiaffo al "figlio" Donnarumma, oggi lo ha riabbracciato. Cutrone? Per me può rimanere".