Nel 2014, complice un errore di valutazione dell'Arsenal, il Leicester strappò Riyad Mahrez al Le Havre per 450 mila euro. Oggi l'esterno algerino ha una valutazione di mercato che supera i 40 milioni di euro. Una plusvalenza ricchissima per The Foxes in caso di cessione. Finora, però, nemmeno il rilancio di 35 milioni di euro messo sul piatto dalla Roma è stato sufficiente ad ammorbidire la posizione del club inglese, arroccato su cifre ritenute improponibili per il club capitolino: 44 milioni per acquistare il calciatore esploso con Ranieri nella stagione del miracolo sportivo (vittoria del campionato inglese); somma che sale a 50 qualora a rivelare il cartellino fosse una società della Premier.

La Roma non rilancia per Mahrez, ferma a 35 mln.

Nove milioni di euro è la differenza che separa la Roma da Mahrez, lacuna che non verrà colmata dai giallorossi che non vogliono dilapidare il tesoretto di 42 milioni di euro incassato con la cessione di Salah al Liverpool. Cosa significa? Che non ci saranno ulteriori rilanci nella trattativa e, nonostante la volontà manifestata dal calciatore (attratto anche dall'idea di giocare la Champions) si attenderà l'evoluzione della situazione lavorando al tempo stesso a valide alternative. "E’ un grande club con cui vorrei parlare ma non posso finché il Leicester non accetta l’offerta", le parole dell'algerino indicano a che punto s'è arenata la trattativa.

Ingaggio ridotto rispetto a The Foxes, sì dell'algerino.

Quattro anni di contratto a 3.5, massimo 4 milioni a stagione era la proposta fatta dai capitolini all'algerino, disposto anche ad accettare condizioni economiche differenti rispetto allo stipendio guadagnato a Leicester: nell'agosto del 2016 Mahrez rinnovò il contratto fino al 2020 convinto da un ingaggio di 100 mila sterline a settimana e bonus (114 mila euro e rotti) per un totale di circa 6 milioni a stagione.

Cinque alternative di mercato, Vazquez pista calda.

Cinque i nomi sul taccuino del direttore sportivo, Monchi, quali possibile alternativa a Mahrez. Di questi, però, uno è praticamente sfumato: si tratta di Emre Mor, a un passo dalla chiusura dell'accordo con l'Inter. La candidatura più calda è Lucas Vazquez del Real Madrid; per Ziyech (Ajax), Berardi (Sassuolo), Mata (Manchester United) la strada è in salita.