Nella settimana in cui Giovanni Trapattoni ha spento e festeggiato le sue 78 candeline, un'altra icona del calcio italiano si prepara a brindare per il suo ottantesimo compleanno. Uscito dal giro già da diversi anni, anche Carlo Mazzone è infatti pronto per festeggiare con parenti, amici e con quelli che sono stati i compagni di viaggio nella sua lunga e straordinaria carriera. Tra chi ha avuto l'onore di condividere lo spogliatoio insieme a "Sor Carletto", c'è anche Roberto Baggio. L'ex Divin Codino, che ha conosciuto Mazzone ai tempi di Brescia, ha voluto mandare i suoi migliori auguri attraverso una lettera aperta pubblicata dal Corriere della Sera

Caro mister, domani raggiungi un traguardo importante e volevo dirti quale enorme privilegio sia stato vivere insieme a te, a Brescia, tre anni della mia carriera.

Un rapporto speciale.

Ti sarò sempre grato e riconoscente, rimpiango solo di averti incontrato troppo tardi – ha continuato Roberto BaggioIl legame tra di noi, però, è stato subito speciale. Ho apprezzato il Mazzone professionista e ho amato l’uomo Carlo; sei dotato di una sensibilità senza pari, da fuoriclasse. Vedo con piacere che l’Italia intera ti sta celebrando, ti meriti questo affetto perché sei un mito vero e autentico. Io ti lascio ai festeggiamenti in famiglia, so che stai bene e verrò presto a trovarti e abbracciarti. Tanti auguri Carletto, sei grande.

Una lunga lettera che ha commosso non soltanto Mazzone, ma tutti i tifosi italiani: anche loro uniti nell'abbraccio virtuale al tecnico romano.

Voglio ringraziare quanti mi hanno ancora nel cuore e mi stanno contattando in occasione del mio ottantesimo compleanno – ha dichiarato Mazzone nelle scorse ore – Significa che ho lasciato un buon ricordo e questo non può che farmi enormemente piacere.