Nell'aprile scorso, dopo che si era parlato di uno spogliatoio "spaccato", l'allora tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic si era scagliato contro Melissa Satta: "Le donne non dovrebbero parlare di calcio". Fu un'uscita infelice, quella del tecnico serbo, che alimentò nuove polemiche e dibattiti molto accesi. A distanza di mesi, tutto ciò potrebbe nuovamente riproporsi grazie allo scivolone "social" di Nina Moric. Durante la partita di Firenze, la showgirl croata dal cuore juventino, ha infatti utilizzato Facebook per mandare un messaggio a Massimiliano Allegri: "Senza Pjaca e Mandzukic la Juve sarebbe da terzo posto, mettili in campo livornese comunista". Un post davvero poco elegante che ha generato l'ennesima bufera mediatica tra il popolo della rete e l'ex moglie di Fabrizio Corona: presa di mira dai tifosi juventini e dai cittadini di Livorno.

Il precedente con i tifosi del Napoli.

Già protagonista di una furibonda discussione social con i tifosi del Napoli, a causa del post pubblicato prima della gara del Benfica ("Vota anche tu “SÌ” se vuoi che il Napoli stasera esca dall’Europa ! #NapExit . Il voto è un dovere oltre che un Diritto"), la Moric si è dunque fatta nuovi "amici" anche in questa occasione. Subito dopo la partita, la showgirl, di fronte agli insulti dei suoi follower, ha voluto rispondere con un altro post: "Qualcuno mi può spiegare gentilmente e senza offese come mai molti si sono sentiti offesi dalle mie parole "livornese comunista" riferite ad Allegri? Non è livornese l’allenatore della Juve? Non è forse vero che Livorno è la città d’Italia con la più alta concentrazione di comunisti? Manco avessi scritto che Livorno puzza di pesce, o che a Pisa hanno paesaggi bellissimi e la torre che attira milioni di turisti ogni anno, mentre a Livorno l’unica cosa che viene attirata sono le sardine che seguono i pescherecci. Roba da matti".