Fine match, Pescara-Sampdoria 1-1.

Termina in parità il match dell'Adriatico: va bene al solo Pescara, che resiste in dieci uomini per tutto il secondo tempo. Rammarico Sampdoria.


Traversa di Torreira.

Estero destro del blucerchiato su assist di Linnety, palla che scheggia la traversa e va sul fondo! Che occasione per la Sampdoria!


Ci prova Muriel.

Tentativo dell'attaccante della Sampdoria dalla media distanza, Bizzarri respinge e da due passi non trova la deviazione decisiva Linetty.


Altri due cambi a venti dal termine.

Fuori Bahebeck, stremato, e dentro Pepe per il Pescara. Nella Sampdoria, dentro Muriel per Quagliarella.


Occasione per Sala, salva tutto Campagnaro.

Lampo della Sampdoria, che sfiora la rete con Sala: decisivo il salvataggio sulla linea di Campagnaro.


Un cambio per parte.

La Sampdoria inserisce Bruno Fernandes al posto di Ricky Alvarez; dall'altra parte il Pescara toglie Vitturini e mette Zuparic.


Rigore per il Pescara, ma Viviano para.

Occasionissima per i padroni di casa: fallo di Sala su Bahebeck e rigore netto per il Pescara. Dagli undici metri si presenta Caprari ma Viviano para il rigore! Si resta sull'uno a uno!


Secondo tempo al via.

Si riparte tra Pescara e Sampdoria.


Fine primo tempo, Pescara-Sampdoria 1-1.

Si va a riposo all'Adriatico: uno a uno per effetto dell'autorete di Campagnaro e della rete segnata sempre dall'argentino. Pescara in dieci dal 44′ per l'espulsione di Coda.


Rosso per Coda, Pescara in dieci.

Ingenuità del difensore del Pescara, che si fa espellere poco prima dell'intervallo per un fallo fuori area: sulla punizione che ne consegue, salva Bizzarri, ma l'ingenuità di Coda, che ha scalciato da dietro Budimir, è clamorosa. Pescara in dieci.


Dieci minuti al termine.

Punteggio che non si sblocca all'Adriatico, ma meglio il Pescara negli ultimi minuti.


Caprari sfiora il vantaggio.

Grande azione del Pescara, che sfiora il vantaggio con Caprari: pallonetto dopo un'azione tutta in velocità, si salva in qualche modo Viviano con il pallone che termina fuori. Brivido per la difesa blucerchiata.


Pareggio del Pescara, si fa perdonare Campagnaro.

Ironia della sorte: il difensore argentino del Pescara, dopo aver causato la rete del vantaggio della Sampdoria, trova il gol del pareggio per il Pescara. Ottimo colpo di testa, nulla da fare per Viviano.


Vantaggio della Sampdoria, autogol di Campagnaro.

Blucerchiati in vantaggio all'Adriatico! Autorete di Campagnaro sugli sviluppi di un calcio di punizione!


Match equilibrato.

Pescara e Sampdoria non si scoprono: leggermente meglio gli ospiti, che fanno un buon fraseggio, mentre i padroni di casa si limitano a difendere.


Calcio d’inizio.

Si parte all'Adriatico!


Formazioni ufficiali.

Oddio deve rinunciare a Zampano, squalificato: al suo posto c'è Vitturini in difesa. Confermati Campagnaro, Coda e Biraghi davanti a Bizzarri. Fuorigioco anche Verre, Crescenzi, Manaj e Gyomber: in campo vanno Cristante, Brugman e Aquilani a centrocampo, con Benali, Caprari e Bahebeck in attacco. Dall'altra parte, Giampaolo lascia fuori Muriel e Bruno Fernandes, confermando però gli altri titolarissimi: Viviano tra i pali, Regini e Sala esterni e Skriniar-Silvestre coppia centrale; Torreira, Linetty e Barreto a centrocampo, con Alvarez sulla trequarti e tandem Quagliarella-Budimir in attacco.

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Vitturini, Campagnaro, Coda, Biraghi; Cristante, Brugman, Aquilani; Benali, Caprari; Bahebeck. Allenatore: Oddo
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Alvarez; Quagliarella, Budimir. Allenatore: Giampaolo


Punti pesanti in palio all’Adriatico.

Pescara-Sampdoria è il secondo anticipo dell'ottava giornata della Serie A TIM 2016/2017. Alle 18 in palio punti pesantissimi in chiave salvezza: il Pescara ha sei punti, tre dei quali "regalati" a tavolino dal Sassuolo, mentre la Sampdoria ne ha sette, sei dei quali conquistati nelle prime due giornate di campionato. Gara delicatissima per i due tecnici Oddo e Giampaolo, ufficialmente non in discussione dalle rispettive società: ma inevitabilmente, chi non dovesse vincere si troverebbe in brutte acque. Chi sta peggio è la Sampdoria, che dopo il Pescara affronterà un mini-ciclo tremendo: derby, Juventus, Inter e Fiorentina.