C'è chi compra – vedi il Milan – e chi pensa prima a vendere per avere i soldi giusti da investire poi, come l'Inter. Due strategie differenti ma che dovranno forzatamente portare allo stesso risultato: rinforzare le due squadre di Milano dopo una stagione a dir poco deludente. Un compito delicatissimo e difficile per le due nuove proprietà cinesi che hanno già le ore contate visto che la pazienza dei tifosi è già arrivata al termine. Soprattutto per i nerazzurri che sono scivolati fuori dall'Europa e che devono fare i conti con il Fair Play finanziario. Con le partenze di Brozovic, Perisic, Ranocchia e Banega, però l'Inter conta di metter su un tesoretto molto importante da poter poi investire nel mercato in entrata.

Jojo in partenza – I dirigenti dell’Inter sembrano avere un'idea chiara su ciò che dovrà accadere in questa lunga estate calda e hanno stilato un piano preciso. L'Inter ha in mente di incassare circa 100 milioni di euro tutti derivanti dalla cessione di giocatori di primo livello che hanno un ottimo mercato nonostante l'ultima stagione deludente. Ma sono obiettivi realizzabili, a partire dalla cessione di Jovetic per il quale "non si faranno sconti".

30 milioni per fine mese – Proprio Jojo deve trasformarsi da un problema ad una risorsa. Il giocatore è di rientro dal Siviglia che non lo ha voluto riscattare. Ma nel progetto di Spalletti Jovetic non c'è e non deve esserci. Per evitare che sia un separato in casa, la cessione è obbligatoria. E anche il prezzo è stato fissato: per meno di 13 non va via, parola di Walter Sabatini che però farà di tutto per cederlo entro fine giugno quando l'Inter dovrà far vedere almeno 30 milioni in cassa per il Fair Play.

Epic Brozo e gli altri – Brozovic è un altro partente imminente. Per una cifra vicina ai 18 sarà la prima operazione del calciomercato nerazzurro. Il croato piace in particolare in Inghilterra dove da sempre non guardano molto al portafoglio. In uscita c'è anche Perisic (30 milioni) e Banega, arrivato a parametro zero un anno fa e che oggi ha offerte da Cina e Messico: costerà 13 milioni. Piace in Inghilterra anche Ranocchia, che con l’Hull non è andato male e ha lasciato una buona impressione. Con lui l’Inter conta di incassare circa 10 milioni. C’è inoltre la questione Biabiany che lo Sparta Praga pagherà 6 milioni.