Anche per il nuovo Bayern Monaco di Carlo Ancelotti è il momento di fare il punto del mercato. Sia in entrata che in uscita visto che ai campioni di Germania in carica si stanno chiedendo tantissimi top player soprattutto da parte delle società italiane. Alla Juventus è già andato in modo ufficiale un talento come Douglas Costa, ma ci sono Inter e Milan che premono per avere altri due campioni: Sanches i rossoneri e Vidal i nerazzurri. Se per il primo c'è qualche spiraglio di speranza, per il secondo la porta sembra davvero chiusa.

Bayern nel mirino di Juve, Inter e Milan.

Arturo Vidal all'Inter resterà solamente una ipotesi, non c'è nulla di concreto. Mentre i nerazzurri hanno provato di tutto alzando l'ultima loro offerta per il cileno a 50 milioni di euro, dal quartier generale bavarese si è alzato un ‘no' unanime dal CEO Karl-Heinz Rummenigge al tecnico Carletto Ancelotti. Re Artù resterà in Baviera, giocherà con i colori del Bayern e difenderà il titolo così come proverà a condurre i compagni all'assalto della Champions League.

Inter, per Vidal nessuna speranza.

A confermare come le speranze dell'Inter siano vane è stato lo stesso Rummenigge che ha chiuso tutti i fronti di trattativa: ""Per noi è un giocatore fondamentale, la decisione è stata presa da tempo. E quando il Bayern dice no, è inutile anche parlare di livello dell'offerta. L'Inter può offrirci quanto vuole, ma Vidal non si muove. Ancelotti ha parlato anche con Arturo, porta chiusa". Spalletti dunque, dovrà farsene una ragione e studiare nuove mosse di mercato.

Milan, Sanches sì ma solo in prestito.

Ad avere qualche speranza perrò, c'è il Milan di Vincenzo Montella. I rossoneri, reduci dalla vittoria in Europa League, potrebbero strappare Renato Sanches al Bayern Monaco ma unicamente alle condizioni del club tedesco. Nessuna cessione definitiva, nessun prestito biennale, ma solamente per un anno. Per il 19enne, Rummenigge è un po' più morbido con i rossoneri: "Vuole giocare con continuità e da noi c'è molta concorrenza nel suo ruolo. Faremo le nostre valutazioni più avanti. Quasi di sicuro partirà solo in prestito, dobbiamo decidere"