Un pareggio che vale più per l'Inter che per il Torino con i nerazzurri che tornano con un punto in trasferta su un campo comunque delicato. I nerazzurri hanno anche provato a vincere ma il carattere dei granata è sempre uscito fuori nei momenti clou, recuperando il primo svantaggio grazie al colpo di testa di Baselli che pareggia il gol di Kondogbia (su papera di Hart) e portandosi in vantaggio ad inizio ripresa con Acquah. I nerazzurri hanno saputo recuperare subito, con Candreva (altra papera di Hart) per un definitivo 2-2 che ha visto un finale rocambolesco, con l'Inter vicinissima alla terza rete, sprecata malamente in una doppia occasione da un impreciso Perisic.

Primo tempo.

Inter, vista Europa – Dopo la beffa del match d'andata i granata cercano il riscatto in casa contro l'Inter lanciata verso un posto in Europa. Pioli spinge per confermare l'undici oramai titolare, con Joao Mario in panchina e centrocampo affidato a Banega. Per il Torino c'è Belotti, il capocanonniere del campionato e pericolo numero uno per la porta di Handanovic. I nerazzurri subito provano a prendere le redini della partita in mano, con ritmi alti e gran possesso di palla. La prima emozione non tarda ad arrivare e al 9′ l'Inter andrebbe anche in vantaggio col solito Icardi ma il gol dell'argentino è fermato per fuorigioco.

Kondogbia-Baselli, botta e risposta – L'Inter insiste e spinge in avanti il baricentro e al 22′ arriva anche il meritato vantaggio con il primo gol in stagione di Geoffrey Kondogbia che aggancia un bellissimo passaggio e prova il tiro, lento e centrale. Ma c'è il pasticcio di Hart che facilita il tutto e regala il vantaggio ai nerazzurri. Un 1-0 che dura l'arco di qualche istante perché la reazione granata è importante e dopo 10 minuti c'è Baselli che rimette in equilibrio il match. Nell'area piccola il difensore incorna di testa sulla destra superando un incolpevole Handanovic.

Secondo tempo.

Toro in vantaggio, incornata di Acquah – Nella ripresa è il Torino a spingere sull'acceleratore e giocare meglio dell'Inter. La difesa nerazzurra soffre, i granata prendono coraggio e quando Pioli è costretto a far uscire l'infortunato Medel, la frittata viene confezionata: Acquah festeggia la sua partita con un gol spettacolare che supera Handanovic impossibilitato nel togliere la sfera sotto la traversa. Un vantaggio meritato per i padroni di casa che però subiscono subito la veemente reazione dei nerazzurri.

Reazione Inter, pareggio di Candreva – Qualche istante dopo Icardi sfiora il pareggio, con la difesa granata che salva in extremis anche per una super parata di Hart che si riscatta per l'errore sul primo gol dell'Inter, ma che poi si ripete negativamente sul tiro di Candreva: altra papera del portiere inglese e palla del 2-2 dell'esterno nerazzurro al 62′. Gara di nuovo in equilibrio e risultato in bilico, tra due squadre che provano a conquistare l'intera posta in gioco, affrontandosi a viso aperto.

Forcing Inter, Perisic spreca tutto – Nel finale di gara la fatica si fa sentire e le squadre si allungano vistosamente ma, anche con gli schemi saltati, sia Torino che Inter non lesinano le energie per poter prendersi i tre punti in palio. Handanovic e Hart non subiscono vere e proprie azioni eclatanti ma i pericoli sono sempre presenti con gli attacchi che superano spesso le difese avversarie. Nei minuti di recupero è l'Inter a sfiorare ripetutamente la terza marcatura ma Perisic spreca una doppia chiara occasione calciando malissimo.