Dino Zoff ne ha per tutti. L'ex portiere e allenatore, grande gloria del calcio italiano, è intervenuto ai microfoni della trasmissione di Radio Rai, Radio Anch'io Sport, per parlare dei temi più caldi del momento in Serie A. Da una Juventus a suo dire ancora favorita per il titolo, nonostante il ko con la Lazio, alle difficolta del Napoli, fino allo scetticismo per il Var definito come una possibile fonte di "esaurimento".

Zoff vede la Juventus ancora favorita per lo scudetto

Pochi dubbi per Dino Zoff sulle gerarchie in Serie A. La sconfitta della Juventus contro la Lazio, e l'allungo dell'Inter in vetta alla Serie A, non cambia niente per la leggenda azzurra che vede ancora la squadra di Sarri davanti a tutti: "La Juve resta la favorita per lo scudetto. Ha vinto con Allegri, con Conte e ha tutte le carte in regola per farlo anche con Sarri, ha una rosa stratosferica. Anche se l'Inter ha fatto un grande passo con Conte e Lazio e Roma possono mettere chiunque in difficoltà". Meglio il pragmatismo di Allegri, o il bel gioco proposto ma finora visto solo a sprazzi da Sarri? Dino Zoff non ha dubbi e antepone a tutto il risultato: "Nello sport l'obiettivo è conseguire la vittoria, uno lo può fare in un modo o nell'altro. Il risultato viene dal giocare bene ma giocare esteticamente in modo bello è un altro fatto".

Lazio da scudetto, il pensiero di Dino Zoff

Chi sembra riuscire ad ottenere risultati e gioco convincente è la Lazio di Simone Inzaghi. Zoff che nella sua eccezionale carriera ha allenato la formazione capitolina, dice la sua sulle potenzialità di scudetto dei biancocelesti: "Gioca veramente bene e si è visto contro la Juve ma la partita più importante sarà la prossima (contro il Cagliari, ndr), che darà la misura della Lazio. Molte altre volte, pur avendo potenzialità notevoli, ha perso partite in cui era padrona del campo. Se trova convinzione può fare molto bene, per lo scudetto vediamo andando avanti".

La crisi del Napoli secondo Zoff

Dal momento d'oro della Lazio a quello da dimenticare del Napoli che non sa più vincere. Zoff prova ad analizzare così la situazione azzurra, condizionata anche dal braccio di ferro tra giocatori e società post ammutinamento: "Non si deve arrivare a queste opposizioni pubbliche così eclatanti, che poi sono difficili da chiudere. Penso però che il Napoli possa rimettersi in riga e tornare in corsa per la Champions, coi tre punti è tutto possibile".

Zoff e lo scetticismo sul Var

Inevitabile infine una battuta sul VAR. Una vera rivoluzione per il calcio moderno, che non entusiasma però Dino Zoff. Quest'ultimo infatti è perentorio: "Se fossi ancora in panchina, mi verrebbe l'esaurimento. La macchina è la macchina, è fredda, non capisce l'intensità di uno scontro, la velocità, può andare bene quando di parla di fuorigioco o di palla che ha superato o meno la linea di porta".