Piotr Zielinski non ha mostrato le sue grandi qualità in quest'inizio di stagione. Ma il polacco è l'unico calciatore che Carlo Ancelotti ha sempre schierato in questo campionato. Zielinski non ha saltato nemmeno uno dei 630 minuti delle prime sette giornate di Serie A.

I moduli del Napoli di Ancelotti

Ancelotti ha cambiato spesso modulo in queste prime giornate, ha iniziato con il 4-2-3-1, poi ha virato sul 4-4-2, per dare maggiore copertura alla difesa, mentre nell'ultima partita contro il Torino ha scelto il 4-3-3, di uomini ne ha alternati tanti, sopratutto in attacco, ma anche a metà campo dove ha schierato tutti i giocatori a disposizione (Fabian, Allan, Elmas e Callejon, oltre a Zielinski).

I numeri di Zielinski

Zielinski non si è perso un minuto in questo campionato, li ha disputati tutti e 630, ciò significa che è stato sempre in campo dalla prima giornata con la Fiorentina fino all'ultima con il Torino. Rifiaterà anche lui, prima o dopo, ma intanto può fregiarsi di questo attestato di stima da parte di un grande allenatore come Ancelotti. Le prestazioni del polacco non sono state però eccellenti, al di là dell'essere rimasto a bocca asciutta in termini di reti, Zielinski non è tornato sui livelli delle passate stagioni.

Callejon sempre presente, ma Di Lorenzo ha giocato più minuti

Solo un altro calciatore del Napoli ha giocato tutte le sette partite, il suo nome è José Callejon, l'inossidabile spagnolo che però in due occasioni è partito dalla panchina, contro il Lecce e il Torino, e ha disputato 495 minuti. Più minuti del centrocampista li ha giocati invece il difensore Di Lorenzo, 540′ in 6 partite. Anche capitan Insigne è sceso in campo in 6 gare su 7, 380 minuti per il capitano, che ha segnato tre gol e servito tre assist vincenti. Cinque presenze per il portiere Alex Meret, in campo per 450 minuti.