Non voglio parlare di questa cosa a lungo ma ho parlato con Patrick e insieme abbiamo deciso che era meglio che non prendesse parte a questa partita. Era la decisione migliore per tutti, vediamo ora che accade. È tutto ok anche se qualcosa potrebbe succedere, per il momento non voglio dire di più. Vedremo.

Sono queste le parole di Nuno Espirito Santo, allenatore del Wolverhampton, ai microfoni di SkySport in merito alla mancata convocazione di Patrick Cutrone per la gara di FA Cup contro il Manchester United. Dalle parole dell'allenatore portoghese sembrano aprirsi le porte per una cessione dell'attaccante italiano già in questa sessione di mercato e potrebbe esserci per lui un pronto ritorno in Serie A: l'avventura dell'attaccante di Como al Wolverhampton potrebbe già essere arrivata ai titoli di coda dopo appena sei mesi.

L'ex attaccante del Milan è approdato in Premier League la scorsa estate per una cifra vicina ai 18 milioni di euro ma la fase di ambientamento nel calcio inglese a non è stata molto semplice, anche a a causa di uno scarso impiego per il classe 98, che tra le varie competizioni ha collezionato 24 presenze e 3 gol all'attivo. Nell'ultima gara ufficiale disputata dai Wolves l'attaccante non è stato neppure convocato e il manager ha voluto commentare questa decisione nella conferenza stampa subito dopo il match.

La Fiorentina vuole Cutrone: i dettagli della trattativa

Dove può andare Cutrone? L'attaccante classe 1998 è l’obiettivo di mercato numero uno della Fiorentina. Secondo quanto riportato da Sportitalia, il Wolverhampton avrebbe aperto alla cessione ai viola nelle ultime ore: dopo i contatti degli ultimi giorni, ecco che i Wolves vorrebbero accontentate il calciatore che ha avuto poco spazio e spinge per voler cambiare aria. La richiesta del club inglese si aggira sui 22 milioni di euro mentre la Viola si sarebbe spinta ad offrire un prestito oneroso con riscatto a 20.