La campagna acquisti dell’Inter è finita. Emanuele Viviano non firmerà per i nerazzurri. Il portiere, che è svincolato e per questo poteva essere tesserato, non si unirà al gruppo di Conte. Padelli ha dato garanzie e Handanovic sta recuperando dal problema alla mano. Il capitano sarà tra i pali contro la Sampdoria la prossima settimana.

Viviano non firmerà per l’Inter

Emanuele Viviano lunedì scorso, il giorno dopo il derby vinto trionfalmente dall’Inter, si è presentato ad Appiano Gentile dove ha effettuato i test atletici sotto gli occhi del tecnico Antonio Conte. Viviano ha ricevuto l’idoneità sportiva e ha mostrato di essere in forma nonostante l’inattività, ma è rimasto ‘congelato’ per qualche giorno. Padelli, che dopo aver disputato una sola partita in tre anni e mezzo, aveva giocato contro Udinese e Milan, contro il Napoli in Coppa Italia si è ben comportato e dopo quella bella prestazione si è guadagnato la fiducia dei nerazzurri. E così le chance di Viviano di diventare un calciatore dell’Inter sono sfumate.

Quando tornerà a disposizione Handanovic

Una sola partita saltata in tre anni e mezzo poi lo stop per questo problema alla mano. Handanovic da grande capitano non ha abbandonato la sua squadra, e seppur infortunato si è accomodato sempre in panchina (contro Udinese, Milan e Napoli). Il problema alla mano era meno serio del previsto. Certo lo sloveno dovrà saltare ancora due partite, ma tornerà a disposizione per il posticipo della 25a giornata contro la Sampdoria del 23 febbraio. Padelli, con vice Berni e Stankovic, difenderà la porta dell’Inter anche nelle partite contro la Lazio (vera e propria sfida scudetto, in programma domenica prossima all’Olimpico) e il Ludogorets in Europa League, in Bulgaria il 20 febbraio si giocherà la gara d’andata dei sedicesimi di finale.