Colpo di calciomercato in canna per l'Inter. Victor Moses è pronto per diventare un nuovo giocatore dei nerazzurri. Nelle ultime notizie sulle trattative c'è il sì del Chelsea che ha aperto al trasferimento dell'esterno nigeriano alla corte del club milanese e del suo grande estimatore Antonio Conte. Moses è arrivato questa sera a Milano per le visite mediche con l'Inter in programma domani, atto che precede la firma sul contratto

Victor Moses all'Inter, le visite mediche nelle ultime notizie di mercato

Le ultime notizie di mercato in casa Inter raccontano della fumata bianca in arriva per la trattativa con il Chelsea per Victor Moses. Secondo quanto riportato da Sky infatti, il Chelsea avrebbe dato il via libera al club nerazzurro per le visite mediche di quello destinato a diventare il nuovo colpo di mercato. Nella giornata di domani l'ex pupillo di Conte ai tempi dell'esperienza in Blues e arrivato stasera a Milano, è atteso per i test fisici ultimo step prima della firma sul contratto con la società milanese

Moses-Inter, le cifre dell'operazione di mercato

Come confermato dal ds nerazzurro Ausilio dunque è stato trovato l'accordo tra l'Inter e il Chelsea per Victor Moses. La formula dovrebbe essere quella del prestito, con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro. Da valutare la presenza di eventuali bonus legati alla presenza del calciatore reduce da una prima parte di stagione in Turchia, con la maglia del Fenerbahce. L'Inter dunque con Moses si è "consolata" subito per il mancato arrivo di Spinazzola, nella trattativa conclusasi in malo modo con la Roma.

Inter, ultime news di mercato

Chiusa l'operazione Moses, che potrebbe diventare ufficiale entro la conclusione della prossima settimana, l'Inter può concentrarsi sull'altra doppia operazione sull'asse Italia-Inghilterra. Ausilio ha confermato che i nerazzurri hanno presentato un'offerta ufficiale al Tottenham per Eriksen, anche se la trattativa è tutt'altro che semplice. Intesa vicina con il Chelsea per Giroud, anche se balla ancora un milione tra domanda e offerta. La positiva conclusione dell'operazione Moses potrebbe essere però un incentivo al doppio colpo