A Empoli abbiamo sbagliato noi l'approccio mentale e non dovrebbe succedere. Magari in questo momento si può pensare che non sia necessario vincere, vista la situazione in campionato, invece è importante a livello mentale, anche in vista della sfida con l'Arsenal.

Simone Verdi spiega così la sconfitta del Napoli a Empoli. L'attaccante del club partenopeo, durante un'intervista a Radio Kiss Kiss Napoli, ha esaminato in maniera schietta i motivi per cui la squadra di Carlo Ancelotti è tornata a mani vuote dall'ultimo trasferta in terra toscana ma si proietta verso la sfida contro il Genoa di domenica al San Paolo e il doppio incrocio con l'Arsenal in Europa League:

Domenica abbiamo l'occasione per riscattarci. Le sconfitte a volte aiutano a capire. Sono sicuro che nelle prossime gare avremo un approccio diverso. Già domenica, poi giovedì ovviamente le motivazioni non mancheranno. Teniamo all'Europa League, vogliamo arrivare fino in fondo e vincere. Sappiamo che con l'Arsenal sarà difficilissima, ha sempre giocato bene a calcio, è abituata a giocare competizioni europee ad alto livello. Ma noi siamo un gruppo abituato a giocare insieme da tanti anni, anche se sono nuovo, e noi abbiamo capito cosa vuole il mister, che ci aiuterà con la sua esperienza. Dovremo andare a Londra, giocare la nostra partita e non dimenticare che c'è un ritorno al San Paolo.

Verdi su Ancelotti e la Nazionale

Il calciatore azzurro si è soffermato anche su Carlo Ancelotti, suo attuale allenatore, e lo ha elogiato per l'approccio che ha con tutti i calciatori della sua rosa:

Stiamo parlando di un allenatore che ha un altro passo, senza nulla togliere agli altri. Uno che vince ovunque vuol dire che qualcosa riesce a dare ai suoi giocatori. Lui vuole vincere qualcosa qui, quest’anno ci stiamo giocando qualcosa di importante e ci proveremo.

Infine Simone Verdi ha spiegato che non ha rinunciato alla maglia della Nazionale Italiana e punta a far parte del gruppo di Euro 2020:

Ho un contratto che mi lega al Napoli per i prossimi 5 anni e ho voglia di rimanere qui per dimostrare il mio valore. Ultimamente non ho dimostrato un granché e forse qualcuno ha pensato che volessi andare via, ma non è così. Per arrivare alla Nazionale devo dimostrare qui a Napoli quanto valgo, poi magari se arrivasse la chiamata di Mancini… La concorrenza è ampia. Per arrivare in Nazionale bisogna fare davvero bene, ma tutto passa da quello che farò con questa maglia.